Cresce risultato netto di Enel +47% nel 2017

Principali dati economico-finanziari consolidati

247

Roma, 22 Marzo 2018 – Il Consiglio di Amministrazione di Enel S.p.A. (“Enel”), presieduto da Patrizia Grieco, ha approvato nella riunione odierna i risultati dell’esercizio 2017.

  • Ricavi a 74.639 milioni di euro (70.592 milioni di euro nel 2016, +5,7%)
    • in aumento, per maggiori ricavi di vendita e trasporto di energia elettrica e per maggiori attività di trading di energia elettrica, oltre che per un effetto cambi positivo
  • EBITDA a 15.653 milioni di euro (15.276 milioni di euro nel 2016, +2,5%)
    • in aumento per effetto degli investimenti, della politica di efficienza perseguita dal Gruppo, oltre che per l’andamento positivo dei tassi di cambio; tali effetti sono solo parzialmente compensati dalle variazioni di perimetro
  • EBITDA ordinario a 15.555 milioni di euro (15.174 milioni di euro nel 2016, +2,5%) al netto delle partite straordinarie relative ad alcune operazioni di cessione
  • EBIT a 9.792 milioni di euro (8.921 milioni di euro nel 2016, +9,8%)
    • in aumento per minori ammortamenti e impairment
  • Risultato netto del Gruppo a 3.779 milioni di euro (2.570 milioni di euro nel 2016, +47,0%)
    • In aumento per effetto del miglioramento del risultato operativo, dei minori oneri finanziari legati al debito, della plusvalenza derivante dalla cessione di Bayan Resources, nonchè delle minori imposte sul reddito
  • Utile netto ordinario del Gruppo a 3.709 milioni di euro (3.243 milioni di euro nel 2016, +14,4%),
  • Indebitamento finanziario netto a 37.410 milioni di euro (37.553 milioni di euro a fine 2016, -0,4%), in leggera flessione rispetto all’esercizio precedente
  • Dividendo complessivo proposto per l’intero esercizio 2017 pari a 0,237 euro per azione (di cui 0,105 euro per azione corrisposti quale acconto a gennaio 2018)

Risultati 2017 e obiettivi del Piano strategico del Gruppo

  • Risultati superiori alla guidance
  • Italia e Sud America guidano la crescita, nonostante la scarsità di risorsa idro
  • Oltre 3GW di capacità rinnovabile aggiuntiva
  • EBITDA ordinario ed Utile netto ordinario in crescita
  • Nel 2017 compiuti progressi significativi nel conseguimento degli obiettivi fissati per i fattori abilitanti e per i principi fondamentali della strategia di Gruppo:

Fattori abilitanti:

  1. Digitalizzazione – circa 1 miliardo di euro in investimenti per digitalizzazione delle reti di distribuzione e nella generazione termica e rinnovabile.
  1. Attenzione al cliente – 20 milioni di clienti sul mercato non regolamentato, in crescita in tutte le principali geografie. Avviata la Business Line Enel X.

Principi fondamentali:

  1. Efficienza operativa – cash cost di 11 miliardi di euro, in miglioramento rispetto alla guidance per il 2017, e riduzione del 4% negli investimenti di maintenance.
  1. Crescita industriale – raggiunto target di EBITDA di crescita, il 90% dell’EBITDA di crescita per il 2018 è già stato indirizzato. Capacità addizionale nelle rinnovabili pari a 3,1 GW[1].
  1. Semplificazione del Gruppo e gestione attiva del portafoglio – raggiunto il 60% dell’obiettivo di riduzione delle società operative in Sud America; cedute le partecipazioni di minoranza in Electrogas in Cile e Bayan in Indonesia. Riacquistate minorities nelle reti di distribuzione in Romania e Perù; partita la riorganizzazione delle partecipazioni societarie del Gruppo in Cile, attraverso Enel Chile. Completate cessioni di asset per circa 2 miliardi di euro e acquisizioni per circa 2,1 miliardi di euro.
  1. Remunerazione degli azionisti – proposto un dividendo complessivo per l’esercizio 2017 con un pay-out implicito del 65%, pari a 0,237 euro per azione, superiore del 32% rispetto al dividendo pagato nel 2016 e superiore di circa il 13% rispetto al dividendo minimo di 0,21 euro per azione garantito per l’esercizio 2017.
  1. Creazione di valore sostenibile a lungo termine – compiuti progressi significativi rispetto agli impegni presi su Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals).
    • SDG 4 (istruzione di qualità): 600.000 beneficiari;
    • SDG 7 (energia pulita ed accessibile): 1,7 milioni di beneficiari
    • SDG 8 (lavoro dignitoso e crescita economica): 1,5 milioni di beneficiari;
    • SDG 13 (lotta contro il cambiamento climatico): chiuso il 2017 con emissioni specifiche di CO2 pari a 400 g/KWhe.
  • Confermati gli obiettivi economico-finanziari per il 2018.

Francesco Starace, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel, ha così commentato: “Nel corso del 2017 il Gruppo Enel ha registrato una performance particolarmente positiva, con un utile netto ordinario in crescita di oltre il 14% e un incremento nella remunerazione agli azionisti del 32%, entrambi al di sopra dei target di Piano. Questi risultati testimoniano l’efficace attuazione della strategia del Gruppo e la continua evoluzione del modello di business, seppur in un contesto di mercato che permane sfidante. Progressi significativi rispetto ai nostri principi fondamentali e ai fattori abilitanti sono stati conseguiti nel corso dell’intero esercizio. Abbiamo investito circa 1 miliardo di euro nella digitalizzazione delle reti di distribuzione e degli asset di generazione; l’attenzione al cliente ha prodotto risultati soddisfacenti in tutte le principali aree geografiche del Gruppo. Abbiamo migliorato la generazione dei flussi di cassa e mantenuto il debito netto al di sotto della guidance per il 2017, pur continuando a puntare sulla crescita degli investimenti, le acquisizioni e a distribuire i dividendi. Le rinnovabili continuano a rappresentare il motore della nostra crescita, con oltre 3GW di capacità aggiuntiva registrata nel 2017, principalmente in Sud America e negli Stati Uniti.
In prospettiva, restiamo focalizzati sull’attuazione della nostra strategia. La flessibilità implicita nel nostro modello integrato e diversificato ci consentirà di continuare a generare una crescita sostenibile e valore a lungo termine per tutti gli stakeholder. Confermiamo i nostri obiettivi economico-finanziari per il 2018”.

Clicca qui per leggere il comunicato stampa completo.

[1] Include 300 MW di capacità gestita.

Print Friendly, PDF & Email