Laterina (AR), 10 settembre 2018 – Nuove Acque, il gestore del servizio idrico della provincia di Arezzo e parte della provincia di Siena, ha completato i lavori per il collegamento alla rete fognaria della zona nord ovest del centro storico di Laterina, a beneficio di circa 350 abitanti, grazie a un investimento complessivo di circa 200mila euro.

I lavori sono stati presentati oggi presso il Comune di Laterina – Pergine Valdarno dal Sindaco, Simona Neri, e dai vertici della società aretina, il presidente Paolo Nannini e l’amministratore delegato Francesca Menabuoni.

“Un altro passo verso il completamento di una importante opera di riqualificazione urbanistica e ambientale” – ha dichiarato il sindaco Simona Neri. “Siamo davvero soddisfatti di questo step e delle tempistiche previste per la conclusione dell’intervento: questo nuovo sistema di collettamento consente un notevole miglioramento, sia sul versante locale che sul più ampio sistema della Provincia di Arezzo, con evidenti vantaggi in termini di sostenibilità ambientale. Siamo consapevoli che esistono ancora altri punti di criticità nel nostro territorio e proseguiremo sulla strada del dialogo e del confronto con Nuove Acque per individuare, valutare e risolvere i bisogni del territorio, in termini di approvvigionamento idrico e di depurazione”

I nuovi collettori, che hanno uno sviluppo complessivo di circa 1300 metri, e l’impianto di sollevamento sono già attivi e funzionanti da qualche settimana, garantendo alla cittadinanza il corretto smaltimento delle acque reflue, la conseguente depurazione presso l’impianto “Oreno” a Laterina – Pergine Valdarno e infine la restituzione in natura della risorsa, nel pieno rispetto dell’ecosistema circostante. Questo ulteriore intervento fa parte di un più generale piano di depurazione per tutto il territorio di Laterina capoluogo e Ponticino, iniziato nel 2016 e che si concluderà entro giugno 2019 con il collettamento dei reflui della località Le Georgiche.

Le strutture finora realizzate sono quindi già state dimensionate per permettere il futuro collettamento al depuratore di Laterina anche per questa restante porzione di Ponticino (circa 600 abitanti), i cui scarichi attualmente sversano nel fosso denominato “del Palazzo”, conformemente a quanto previsto dalla normativa vigente in termini di smaltimento nell’ambiente. Per questa terza e ultima fase dei lavori, Nuove Acque investirà circa 450mila euro che si andranno a sommare agli 1,1 milioni di euro già impiegati dal 2016 per realizzare i sistemi di captazione degli scarichi liberi della zona e convogliarli al depuratore Oreno (in funzione dal 2010).

“L’ammodernamento dei sistemi di depurazione per i comuni serviti è un impegno che Nuove Acque ha preso con le comunità di riferimento e che continua a perseguire con convinzione, per dare al territorio infrastrutture nuove” – ha sottolineato Paolo Nannini. “I lavori per installare a Laterina un moderno sistema di collettamento alla fognatura sono stati avviati già da anni e con oggi ci avviciniamo al completamento previsto per il 2019. Ciò è stato reso possibile grazie al continuo dialogo con le amministrazioni comunali coinvolte e al lavoro di decine e decine di tecnici che ogni giorno monitorano i nostri sistemi e verificano eventuali criticità, per rispondere tempestivamente alle istanze della popolazione”.

“Attualmente, considerando i lavori realizzati dal 2016 nelle prime due fasi per il centro storico di Laterina e una porzione di Ponticino, sono circa 1500 gli abitanti coperti dalla depurazione” – ha aggiunto Francesca Menabuoni. “Con la conclusione dei lavori, entro la metà del 2019, potremo garantire un servizio moderno di collettamento alla fognatura e di depurazione per circa 2200 abitanti, raggiungendo così gli obiettivi che ci eravamo prefissati in accordo con l’Amministrazione Comunale”.

Print Friendly, PDF & Email