b:UP Technology: il sistema di upgrading firmato Austep per la produzione di Biometano

67

Milano, 15 luglio 2014 –  Dal 1995 AUSTEP progetta e realizza impianti di trattamento anaerobici per il settore agricolo, agro zootecnico e industriale.  Propone impianti di trattamento di digestione anaerobica per la produzione di energia da fonti rinnovabili in grado di rispondere efficacemente anche ai recenti sviluppi introdotti dalla normativa FER.

Al giorno d’oggi puntare sulle fonti di energia rinnovabile ed alla loro miglior valorizzazione, diventa la prima esigenza per un imprenditore che vuole massimizzare la propria redditività  e sfruttare al meglio la produzione di Biogas.

Con il nuovo Decreto Legislativo del 5 dicembre 2013, è stata introdotta la possibilità di immettere in rete o utilizzare come carburante per autotrazione, il metano ottenuto dalla raffinazione del biogas, prodotto dalla digestione anaerobica di matrici quali rifiuti, scarti, da sottoprodotti o prodotti di origine biologica, definito appunto biometano.

Il biometano è  un’opportunità nascente, ma si basa esattamente sul prodotto degli impianti: il biogas. Austep si riconferma sensibile alle esigenze di mercato, attenta al rilascio di nuove normative e sempre focalizzata sullo sviluppo di nuove tecnologi  e servizi che vanno dallo studio di fattibilità alla realizzazione di un impianto di upgrading b-UP.

b:UP TECHNOLOGY:  LA TECNOLOGIA AUSTEP IN GRADO DI PRODURRE BIOMETANO DAL BIOGAS
Austep cura l’intera realizzazione, a partire dalla stesura del progetto preliminare, progettazione esecutiva, realizzazione e gestione. La tecnologia b:UP, messa a punto da Austep, si basa sulla filtrazione a membrana del biogas.
 
La filtrazione a pressione controllata garantisce un’operatività costante ed affidabile, la strumentazione e i dispositivi di controllo consentono il completo automatismo dell’impianto, con conseguenti vantaggi:
•    Sistema semplice
•    Compatto
•    Continuo
•    Economico in termini di costo di investimento e di esercizio
•    Elevate rese di recupero

COME POTENZIARE L’IMPIANTO BIOGAS E PASSARE AL BIOMETANO
Il potenziamento e la  trasformazione dell’impianto biogas per la produzione di biometano (biogas up-grading) devono essere progettati e realizzati da personale tecnico esperto e competente.

Attraverso il proprio know-how,  la continua ricerca di nuovi processi e l’utilizzo delle migliori tecnologie, Austep, permette l’ottimizzazione e gestione del processo di potenziamento.

Aspetti che l’azienda è in grado di garantire, grazie all’esperienza nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti biogas per la massimizzazione dell’energia attraverso il trattamento anaerobico e la sua competenza nel settore del  biometano, oltre che nella depurazione delle acque reflue, riduzione dei fanghi biologici di supero e bonifica dei suoli.

L’azienda sviluppa e personalizza le soluzioni tecniche in base alle esigenze, utilizzando le migliori tecnologie . Attraverso il processo di analisi di fattibilità e fasi di studio con l’esecuzione  di prove pilota seleziona la soluzione tecnica , integrando l’impianto o gli interventi individuati con le esigenze dell’azienda, fornendo così la soluzione ottimale e  garantendo i risultati.

Il rispetto per l’ambiente e lo sviluppo continuo  del mercato delle energie rinnovabili, rendono la possibilità di produrre biometano tramite digestione anaerobica, una condizione vantaggiosa oltre che ecologicamente sostenibile” commenta  l’Ing. Roberto Fiume, Direttore Commerciale di Austep  “Al giorno d’oggi puntare sulle fonti di energia rinnovabile ed alla loro miglior valorizzazione possibile, diventa la prima esigenza per un imprenditore che voglia massimizzare la propria redditività e sfruttare al meglio la produzione di biogas.”

Print Friendly, PDF & Email