Autoproduzione e accumulo dell’energia autoprodotta in eccesso: ecco il caso di un’abitazione privata di classe A

131
Print Friendly, PDF & Email

12 settembre 2017 – Dopo una prima scelta vincente che risale al 2009, Il proprietario di questa casa privata decide di rendersi indipendente dalle aziende elettriche tradizionali e si libera dagli aumenti dei costi dell’energia elettrica, anche grazie agli incentivi previsti dal Bando della Regione Lombardia.

A un impianto fotovoltaico preesistente integrato nel tetto e potenziato da un impianto a terra in giardino, viene aggiunto il Sunny Boy Storage 2.5 che permette di accumulare l’energia prodotta in eccesso destinandola all’autoconsumo.

SMA, Energy Point Garda e Aleo Solar si confermano la scelta ideale del proprietario di un’abitazione privata di Serle, in provincia di Brescia, che già nel 2009 aveva scelto l’energia pulita per la propria abitazione eliminando persino la necessità dell’utenza gas.

L’impianto preesistente è posizionato sul tetto dell’abitazione, mentre per mancanza di spazio sullo stesso, l’impianto aggiuntivo è stato installato nel giardino.

La soluzione scelta

L’impianto già esistente, composto da una parte completamente integrata sul tetto dell’abitazione e da una installata successivamente a terra nel giardino, è costituito da moduli Aleo Solar S.16 e S.18 per una potenza totale di 8.18 kWp. Sono stati utilizzati inverter SMA SB 2.5-1-Vb-10, SB 5000 TL-20 e SB 3000 TL-20.

All’impianto è stato aggiunto il SUNNY BOY STORAGE 2.5, che permette l’accumulo dell’energia prodotta in eccesso per destinarla all’autoconsumo quando necessario, riducendo così il prelievo di energia elettrica dalla rete.

A completamento dell’impianto, è stato installato il sistema di controllo Sunny Home Manager che permette di monitorare l’impianto e di gestire in modo intelligente l’energia autoprodotta. Grazie a questo sistema, il proprietario dell’abitazione ha sempre un’idea chiara dei flussi di energia e può sfruttare al meglio l’energia solare per coprire il fabbisogno energetico della famiglia.

In assenza di interruzioni nel servizio o in caso di condizioni climatiche particolarmente sfavorevoli, l’impianto produce indicativamente 9.500 kWh/anno.

A curare l’installazione del progetto è stata Energy Point Garda, che in fase di progettazione si è avvalsa del software SMA Sunny Design, il software gratuito di SMA che permette di configurare il progetto in maniera semplice e veloce.

La parola al distributore e partner tecnico dell’installatore

“Il nuovo SUNNY BOY STORAGE 2.5 è adatto a tutti i tipi di inverter FV, l’installazione è davvero pratica e semplice. In poco tempo il proprietario dell’impianto, con soli tre componenti aggiuntivi – il Sunny Boy Storage 2.5, una batteria agli ioni di litio e un contatore – ha potuto iniziare ad accumulare l’energia prodotta in eccesso destinandola all’autoconsumo. La scelta di SMA come partner di progetto conferma la nostra fiducia verso SMA ed i suoi prodotti.”