Waste managment, ecco la banca dati geolocalizzata

24

Metà della popolazione mondiale non dispone di un regolare servizio di raccolta; 270 kg di rifiuti mediamente prodotti l’anno da un singolo essere umano di cui solo il 15% riciclato. Sono solo alcuni dei numeri forniti da l‘Atlante dei Rifiuti, il report redatto D-Waste Consultants, in collaborazione con l’Università di Leeds, l’International Solid Waste Association (ISWA), il GIZ/SWEEP-Net, il Global WTERT Council, e il Solid Waste Network delle Isole asiatiche e pacifiche.

Dalla ricerca (basata su dati provenienti da 162 Paesi e 1.773 città) emerge che, ancora oggi, poco meno del 40% dei rifiuti finisce in discarica.

La mancanza di informazioni e numeri certi sul settore ha spinto Waste Atlas a realizzare una banca dati on line realizzata grazie a 59.000 file e documenti in grado di geolocalizzare le indicazioni. Il sito contiene anche dati da oltre 1.800 aziende mondiali. “Vogliamo contribuire a creare una community globale di scienziati e professionisti capaci di generare e alimentare continuamente la mappa”, ha spiegato Antonis Mavropoulos, ceo di D-Waste.

Print Friendly, PDF & Email