Trenchless technology, l’esperienza nell’idrico a Milano

16

Milano è tra le città più attive sul fronte della sperimentazione e dell’uso delle tecnologie No Dig (o trenchless technology). Ultimo esempio in ordine di tempo è il progetto di Metropolitana Milanese che prevede il risanamento di un tratto di rete idrica senza fare alcun scavo.

A renderlo possibile uno speciale carrello che, inserito all’interno del tubo da risanare, spruzza una vernice in grado di costruire un nuovo tubo dentro quello che presenta la perdita.

Più nel dettaglio, tramite procedura d’appalto indetta da Metropolitana Milanese, la Euroscavi si è aggiudicata una gara per la riabilitazione di un tratto di acquedotto milanese nei pressi della stazione di pompaggio di Milano San Siro. Scotchkote Liner è dunque la soluzione della 3M che sarà utilizzata.

L’impiego di una tecnologia non invasiva e senza scavi, capace di risanare le condutture idriche senza dispendio di acqua, è un intervento importante pensato per tutta la cittadinanza”, spiega Davide Panciera, Responsabile Progetti Acqua ed Energia di 3M in Italia, che aggiunge: “L’emergenza idrica nel nostro territorio è in crescita”.
L’Istat, infatti, “ha calcolato che ogni anno il tasso di dispersione di acqua potabile immessa nella rete idrica italiana è mediamente pari al 47%”.

 

Print Friendly, PDF & Email