Storage, il dibattito istituzionale

12

storageQuali iniziative s’intendono adottare “per monitorare l’emanazione degli indispensabili provvedimenti regolatori e attuativi, in modo da completare il quadro normativo sulle modalità di connessione alla rete elettrica dei sistemi di accumulo a batteria abbinati a impianti rinnovabili” per residenziale, commerciale e industriale?

Inoltre, quali iniziative s’intendano assumere “affinché il Gse si attivi per la rapida pubblicazione del successivo provvedimento regolamentare attuativo”?

Questi i due quesiti posti al ministero dello Sviluppo economico, attraverso un’interrogazione in Commissione, da Chiara Braga ed Ermete Realacci del Partito Democratico, riferendosi in particolare alla delibera dell’Autorità per l’energia conseguente al Dco 613/2013.

L’interrogazione è stata accolta con favore, tant’è che Nicola Cosciani, presidente del Gruppo Sistemi di Accumulo Anie Energia, ha spiegato: “L’interrogazione parlamentare rappresenta una giusta e corretta richiesta di procedere a completare il quadro regolatorio per favorire il contributo di questo settore al rilancio dell’economia, sia in termini di produzione industriale che in termini occupazionali. Come Anie Energia abbiamo realizzato uno studio che mette in evidenza i vantaggi economici che possono derivare da installazione e utilizzo dei sistemi di accumulo abbinati agli impianti fotovoltaici, per ottimizzare l’autoconsumo e ridurre il costo della bolletta elettrica. Abbiamo stimato risparmi fino a 500 milioni € all’anno per tutto il sistema elettrico. Auspico in una rapida emanazione della delibera da parte dell’Aeegsi affinché l’industria manifatturiera, gli operatori ed i consumatori del nostro Paese possano quanto prima beneficiare in termini economici ed occupazionali dell’utilizzo dei sistemi di accumulo negli assetti elettrici evoluti”.

Print Friendly, PDF & Email