Spazio al solare termodinamico

24

Il futuro del panorama energetico è il solare termodinamico. Ad affermarlo è Anest che mostra come il settore possa essere la chiave per raggiungere i target fissati dalla Commissione Europea.

In Italia, oltre agli impianti dimostrativi di Massa Martana e Priolo, sono presenti strutture che associano il Csp a una centrale a biomasse, tra cui quella di Rende (CS). In altre regioni il completamento dell’iter autorizzativo porterà alla cantierizzazione nei primi mesi del 2015 di due progetti da 50 MW in Sardegna, sette da 85 MW in Sicilia e uno da 50 MW in Basilicata. Il totale dell’investimento ammonterà a circa 1,5 milardi di euro e impatterà positivamente anche sul settore occupazionale.

“Nel nostro Paese fino ad oggi si è investito tantissimo su fotovoltaico ed eolico (con generosi incentivi, in particolare per i primi Conti Energia) […]. Il Csp invece, essendo una tecnologia solare programmabile, potrebbe effettivamente far fare all’Italia un salto di qualità nello sviluppo delle rinnovabili nell’ottica del raggiungimento dei nuovi obiettivi europei” afferma la nota. Un salto per il quale occorre superare sia gli ostacoli a livello oautorizzativo sia gli impedimenti legati all’accettabilità sociale.

Print Friendly, PDF & Email