Sostanze inquinanti, se le informazioni vengono dal cuore degli alberi

16

Misurare l’impatto dell’inquinamento sull’ambiente attraverso l’analisi degli anelli delle sezioni orizzontali dei tronchi degli alberi. E’ l’operazione che sta realizzando l’Institut Ecocitoyen di Fos-sur-Mer, che ha adottato un approccio di ricerca definito dendrochimico. Il progetto è stato realizzato grazie alla partnership con il laboratorio Chrono-Environnement dell’Università di Besançon, specializzato in questo settore di ricerca. 

 L’analisi si concentra su alberi con più di cinquant’anni d’età. Le piante sono, infatti, in grado di assorbire, nel corso del tempo, le sostanze atmosferiche inquinanti che lasciano le loro tracce nel tronco. In particolare gli scienziati hanno asportato una porzione cilindrica di tronco del diametro di circa 10 millimetri, hanno identificato ogni anello el’hanno analizzato separatamente. I campioni sono stati prelevati in due diverse zone di Fos-sur-Mer e nella città di Grans per poter effettuare un confronto tra le concentrazioni di sostanze inquinanti. 

 Il laboratorio di Besançon è l’unico in Francia ad effettuare questo tipo di ricerca che prevede un’ulteriore analisi dei campioni da parte di un’equipe di scienziati in Svezia. I risultati di tutta la ricerca saranno pronti per il mese di giugno e daranno informazioni dettagliate in chiave diacronica sull’inquinamento della zona. Un’ulteriore analisi è stata inoltre condotta su campioni di terreno vicino agli alberi presi in esame (Pini d’Aleppo e Pioppi) per comprendere il passaggio degli inquinanti attraverso le radici. 

Print Friendly, PDF & Email