Smart grid, il cliente al centro del sistema

15

smart-gridsLe smart grid promettono grande affidabilità, maggior chiarezza per i clienti e grosse agevolazioni per chi adotta tecnologie che sfruttano le energie rinnovabili.

Sono più di 500 i progetti sviluppati a livello globale che vogliono studiare la cosiddetta tecnologia “smart X” per vivacizzare il mercato e far luce sulle possibili integrazioni dei sistemi esistenti con le tecnologie emergenti.

Ma chi sono i soggetti interessati allo sviluppo delle Smart Grid e come potranno beneficiare della loro evoluzione? Risposte e riflessioni sono state elaborate nel corso della sessione Smart grid: Energizing social innovation del Congresso Mondiale dell’Energia tenutosi il 17 ottobre a Daegu, in Corea. presente anche il punto di vista italiano, nel corso della tavola rotonda “Smart Grid. Energizing social innovation” moderata da Matteo Codazzi ceo CESI, nel corso della quale sono state affrontate numerose tematiche: dalle tecniche per ridurre le emissioni di gas a effetto serra grazie alla creazione di ampi fondi per l’infrastruttura energetica, alle modalità di investimento nelle energie rinnovabili e nei veicoli elettrici.

Emerge la necessità di un maggiore coinvolgimento del cliente: tramite una comunicazione più articolata e la progettazione di una applicazione per smartphone sarà possibile conferirgli un’esperienza personalizzata nel controllo e nell’utilizzo della rete e coinvolgerlo nel raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità.

Print Friendly, PDF & Email