Smart grid, al via il forum in India

19

Iniziano i lavori presso la Smart Grid Week a Bangalore (2-6 marzo), evento organizzato da ISGF di cui Canale Energia, Gruppo Italia Energia editore, è media partner. L’evento si terrà presso il Bangalore International Exibition Centre, un complesso fieristico i cui padiglioni emergono a fatica nell’oasi lussoreggiante tra le palme da cocco e altre piante tropicali.

Il primo giorno è dedicato sopratutto ad alfabetizzare il parterre sulla tecnologia relativa alle reti intelligenti, con una overview sul sistema nel suo complesso, fornendo i dati di implementazione (analisi dei picchi) e chiarendo le differenze tecnologiche tra connessioni dei meter e protocolli internet, così da favorire la comprensione dei dibattiti che seguiranno nei prossimi giorni. In evidenza anche i costi.

Per uno meter smart è stato valutato un range di costi di implentazione che, rispetto ad un meter normale, vengono sommate 1500/2000 rupie indiane (riferito al mercato consumer) per l’hardware più un costo equivalente di competenze software come la formazione del personale. Molte le domande dai delegati presenti, decisamente interessati dalla tecnologia, nonostante una prevedibile diffidenza iniziale evidente dalla natura delle questioni poste. I dubbi maggiori riguardano la possibilità di poter concretamente implementare il sistema, la sicurezza e la necessità di un’attualizzazione di una legislazione ad hoc, insomma, le stesse questioni del Vecchio Continente si affacciano nell’area asiatica. Riuscirà la settimana smart a fugare queste prime incertezze?

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Agnese Cecchini
Giornalista, video maker, sviluppo format su più mezzi (se in contemporanea meglio). Si occupa di energia dal 2009, mantenendo sempre vivi i suoi interessi che navigano tra cinema, fotografia, marketing, viaggi e... buona cucina. Direttore di Canale Energia; e7, il settimanale di QE e direttore editoriale del Gruppo Italia Energia.