Sci-Tech Challenge 2016, il Liceo Scientifico “Alessandro Antonelli” di Novara vince l’edizione italiana

270

La completezza dell’analisi proposta e l’attenzione al tema dei biocarburanti di futura generazione. Sono stati questi gli elementi determinanti che hanno permesso al progetto realizzato da Alessandro Mercurio, Daniele Mori, Gabriele Nasta, Marco Petazzi ed Enrico Sorrenti del Liceo Scientifico “Alessandro Antonelli” di Novara di vincere l’edizione 2016 dell’edizione italiana National Sci-Tech Challenge, l’iniziativa didattica europea, promossa nel nostro Paese da Junior Achievement e dalla Esso italiana, per diffondere  tra i giovani l’interesse per i temi della scienza e della tecnologia. Ad aggiudicarsi il secondo e il terzo posto sono stati rispettivamente il Liceo Scientifico “Biagio Pascal” di Romentino e il  Liceo Scientifico “Giordano Bruno” di Albenga. 

Ai vincitori spetterà rappresentare l’Italia alla European Sci-Tech Challenge, la finale europea online, a cui parteciperanno gli studenti degli altri Paesi che hanno aderito al programma: Belgio, Francia, Kazakhstan, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Regno Unito e Russia. Chi riuscirà a salire sul podio avrà accesso alla “Gran Finale”, in programma a Bruxelles in aprile, che proclamerà il team vincitore dell’edizione 2016 della manifestazione. 

Il programma didattico Sci-Tech Challenge, giunto quest’anno alla sua quinta edizione, rappresenta per la Esso Italiana una finestra sul mondo dei giovani e un importante momento di incontro con quello della Scuola”, afferma in una nota Gianni Murano, Presidente della Esso Italiana“Siamo di fronte a ragazzi dell’era digitale che utilizzano ormai la tecnologia sin da piccoli e che spesso ne sono affascinati. È da questi giovani e dalla valorizzazione del loro potenziale che nasceranno le soluzioni alle sfide energetiche future. Essi rappresentano un grande tesoro che va coltivato e valorizzato. L’augurio è che programmi come Sci-Tech Challenge possano renderli più consapevoli dell’importanza di una solida formazione per poter esaltare le proprie capacità e i propri talenti”, ha aggiunto il manager.

La giuria di esperti che ha valutato i progetti in Italia era composta da: Eliana Baruffi – Presidente di Junior Achievement Italia e Head of Corporate Communications di ABB per l’Italia e l’area del Mediterraneo, Alberto Biancardi – Componente del Collegio dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, Laura Cardinali – Direttore area “Energy for Professionals” di SAFE – Sostenibilità Ambientale Fonti Energetiche, Gianni Murano – Presidente della Esso Italiana, Gennaro Olivieri – Professore di Matematica Finanziaria, Ex Direttore del Dipartimento di Impresa e Management dell’Università LUISS “Guido Carli” di Roma, e Azzurra Pacces – redattore di Staffetta Quotidiana,testata specializzato nel campo energetico.

È ormai evidente che oggi, e ancora di più in futuro, la maggior parte dei posti di lavoro richiederà una solida conoscenza di base di matematica e scienza – spiega in una nota Eliana Baruffi, Presidente di Junior Achievement Italia -. Iniziative come questa permettono ai nostri studenti di venire a contatto con il mondo dell’impresa con le sue sfide di mercato e, al tempo stesso con la crucialità di tematiche legate alla STEM literacy. Le nuove generazioni di innovatori dovranno coniugare pensiero critico e alfabetizzazione scientifica per realizzare innovazioni che portino nuovi prodotti e processi a sostegno della nostra economia”.

Print Friendly, PDF & Email