Risparmio energetico, arriva “Spirit”

15

Realizzato dall’Ökoinstitut Südtirol-Alto Adige in collaborazione con la Caritas ed il Centro Tutela Consumatori Utenti, con il sostegno della Ripartizione politiche sociali della Provincia, Spirit sarà il progetto che mirerà alla formazione di circa cinquanta consulenti volontari per il risparmio energetico.

Il progetto si prefigge l’obiettivo di assistere le famiglie a monitorare i consumi di acqua, energia elettrica e riscaldamento così da riuscire a tenerli sotto controllo e abbattere i costi in bolletta.

In sostanza i volontari, Energy Checker, una volta formarti e supportati da esperti del settore, visiteranno le famiglie e, attraverso suggerimenti e trucchi (come cambiamenti comportamentali nell’utilizzo dell’energia o la sostituzione di singole apparecchiature), gli indicheranno la strada migliore per risparmiare.

Durante le “visite”, i volontari affronteranno ed esamineranno i temi legati al consumo degli elettrodomestici in stand-by, ai grandi apparecchi energivori, le prestazioni del riscaldamento e il consumo di acqua. Inoltre, i nuclei familiari verranno anche muniti di un kit che spiegherà le misure da adottare quotidianamente per la riduzione del consumo casalingo.

“L’esperienza – afferma in una nota Ansa l’Assessore al Lavoro della provincia di Bolzano Martha Stocker – ha dimostrato come anche semplici misure possono portare a un notevole risparmio energetico, addirittura fino al 20%, circa 110 euro l’anno. È molto importante – ha concluso l’Assessore – che le famiglie siano informate su quali accorgimenti possono facilmente attuare quotidianamente”.

 

Print Friendly, PDF & Email