Riscaldamento globale, con il progetto ‘Copernicus’ le informazioni arrivano dallo spazio

39

Un satellite denominato Sentinel 3-A e lanciato per prevedere fenomeni atmosferici e monitorare gli effetti del riscaldamento globale. È il progetto parte della più ampia iniziativa di ricerca Copernicus, per il quale l’Unione europea e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) possono contare su un finanziamento di 8 miliardi di euro fino al 2020

Sentinel 3A, come riporta il sito della Reuters che dà la notizia, sarà solo uno dei diversi satelliti lanciati nell’ambito del progetto. Partito dalla regione di Arkhangelsk, nella zona nord-occidentale della Russia, si posizionerà a circa 815 km dalla Terra. Qui il suo compito sarà, tra gli altri, quello di fare dei rilevamenti della temperatura della superficie del mare fornendo informazioni utili per avere previsioni del tempo più precise e valutare in maniera efficace l’impatto dell’aumento del riscaldamento globale. I dati raccolti potranno, inoltre, essere sfruttati per rendere più efficienti i percorsi delle compagnie di navigazione e per monitorare le perdite di petrolio e gli incendi nei boschi. 

Questo progetto ha assunto particolare rilevanza dal momento che sono stati persi i contatti con l’altro satellite Envisat lanciato nel 2012. Inoltre rispetto ai primi due satelliti spediti nello spazio per il progetto Copernicus, denominati Sentinel 1A e Sentinel 2A, la versione 3A allargherà il campo di osservazione a una porzione più ampia della Terra.

Print Friendly, PDF & Email