Rifiuti, la cultura del riciclo nelle scuole

16

green lightPoco meno di 1,2 tonnellate di pile esauste e 50 kg di apparecchiature elettriche ed elettroniche inservibili avviate al riciclo e allo smaltimento, ma soprattutto la sensibilizzazione al tema della sostenibilità ambientale nelle più giovani generazioni. Questo il bilancio di due progetti portati avanti da Erp Italia (“Sistema Collettivo italiano” attivo nella gestione di Raee, Rpa e rifiuti da unità fotovoltaiche) insieme a due scuole primarie di Udine, sedici scuole di Firenze e quattro comuni dell’ hinterland fiorentino.

Nel dettaglio, a Udine è stato realizzato il progetto “Straudine, insieme a Erp nella corsa contro i rifiuti”, dove Erp Italia e Asd Maratonina Udinese hanno inserito nel programma della Maratonina 2013 un progetto di educazione ambientale che ha interessato nella raccolta di Rpa e Raee 22 classi, per 400 alunni, delle scuole primarie “Ippolito Nievo” e “Antonio Friz”. Ogni bambino ha contribuito con quasi 1 kg di rifiuti da riciclare

A Firenze, inoltre, l’iniziativa “Raccogli le Pile, accenderai la mente”, dove Erp Italia e Quadrifoglio S.p.A, azienda che gestisce i servizi ambientali nell’area di Firenze, hanno coinvolto 16 istituti scolastici dei comuni di Firenze, Campi Bisenzio, Scandicci, Greve in Chianti e Bagno a Ripoli.

Il progetto di didattica ambientale a Firenze – spiegano i responsabili – finalizzato a far conoscere le basi di una corretta raccolta differenziata e, in particolare, la metodologia da applicare per il conferimento di rifiuti tecnologici come le pile esauste, ha coinvolto 1920 alunni e ha portato alla raccolta di 830 kg di pile. Il primo premio è stato assegnato alla scuola Gianni Rodari di Scandicci, i cui studenti sono stati capaci di raccogliere in un appena mese ben 190 kg di batterie esauste”.

Print Friendly, PDF & Email