PELL, nuovo sistema “smart lighting” da ENEA

24

È stato messo a punto dall’Enea un nuovo sistema di gestione sui consumi dell’illuminazione pubblica. PELL – Public Energy Living Lab, infatti, è in grado di programmare interventi di efficientamento sui punti luce nazionali, che potrebbero portare a risparmi fino a quasi 400 milioni di euro l’anno, pari a circa un terzo della bolletta di illuminazione pubblica degli 8.000 Comuni italiani.

PELL è stato ideato nell’ambito di “Lumière”, un progetto di ricerca e trasferimento tecnologico dell’ENEA che ha l’obiettivo di promuovere l’efficienza energetica nel settore dell’illuminazione mediante lo sviluppo di strumenti operativi e di un modello di management unico per la gestione degli impianti.

Il sistema è in fase di sperimentazione in venti città e Consip l’ha inserito nella Convenzione “Servizio Luce 4” per consentire alle Pubbliche Amministrazioni di dotarsi di uno strumento di monitoraggio della qualità del servizio.

“Il nostro obiettivo è di rendere disponibile un sistema di rilevamento dati puntuale, standardizzato e strategico per conoscere lo stato degli impianti e valutare piani di riqualificazione che garantiscano minori consumi, risparmi in bolletta, sicurezza per i cittadini, qualità del servizio e valorizzazione della città e del suo patrimonio”, spiega Nicoletta Gozo, Coordinatrice dei progetti Lumiere e Pell per l’Enea.

La spending review ha identificato l’illuminazione pubblica quale settore centrale per la realizzazione di interventi di razionalizzazione della spesa, infatti gli interventi di efficienza in tale settore garantiscono ampi margini di risparmio a fronte di ridotti tempi di ritorno per gli investimenti“, aggiunge Marco Gasparri, Direttore area sourcing, servizi e utility di Consip.

Print Friendly, PDF & Email