Nuovo impianto di illuminazione per la Coppa del Mondo di Sci alpino

50

Un intervento “di carattere eccezionale“, non solo per la sua “unicità e spettacolarità“, ma anche per “l’estrema velocità ed efficienza con cui è stato portato a termine“. Robert Pohlin, Presidente di Elpo commenta così in una nota la realizzazione dell’impianto di illuminazione della Gran Risa di La Villa.

Per gli appassionati di sport questo nome è familiare: è la pista dell’Alta Badia che da 30 anni ospita la Coppa del Mondo di Sci alpino e lo slalom gigante maschile (che quest’anno si svolgerà il 20 dicembre).

L’impianto è composto da 14 pali di 120 cm di diametro e di 24 mt di altezza che “sono stati dapprima assemblati a terra poi, una volta installati i fari e ultimate le operazioni di cablaggio, 3 di questi sono stati issati con l’ausilio di una potentissima autogru“, spiega in una nota Werner Auer, Capo cantiere di Elpo. I restanti 11 “sono stati sollevati da un elicottero Super Piuma“. Anche l’installazione dei quadri elettrici di comando sui pali, difficoltosa a causa dell’ubicazione in alta montagna, del dislivello della pista e delle caratteristiche del progetto è stata possibile con l’utilizzo di un elicottero Ecureuil AS 350 B3. Su ogni palo, poi, sono stati collocati dai 18 ai 26 fari, ognuno da 2000 W, per un’illuminazione fino a 1500 Lux.

Lo stesso tracciato, il prossimo 21 dicembre, ospiterà un inedito slalom parallelo in notturna con i 15 migliori sciatori del mondo, organizzato da FIS e Comitato Alpine Ski World Cup Alta Badia.

Print Friendly, PDF & Email