Mercato UE, Lexmark lancia una “call to action” per il riciclo delle cartucce

18

Vuole aderire allo spirito di riciclo e riuso condensato nel Circular Economy Package lanciato lo scorso 2 dicembre dalla Commissione UE. E lo fa con una “call to action” per promuovere la raccolta, il riciclo e il riuso delle cartucce di stampa.

Parliamo di Lexmark, impresa attiva nel mercato europeo, che ha richiesto una serie di misure alla Commissione UE per accrescere l’attenzione verso il riciclo delle cartucce e migliorare le condizioni di competitività per quelle aziende impegnate nella tutela dell’ambiente.

“La pubblicazione da parte della Commissione Europea di nuove proposte per promuovere l’economia circolare rende questo il momento ideale per sollecitare tutto il settore delle cartucce di stampa a sostenere misure per contenere i rifiuti, incoraggiando il riutilizzo e il riciclo – spiega in nota Udo Schlauch, General Manager, EMEA Annuities & Channel di Lexmark -. Noi chiediamo che il nostro settore promuova abitudini e policy per alleggerire i problemi relativi ai rifiuti di cartucce incentivando raccolta e riuso”.

In particolare, l’azienda ha chiesto che:

  • i fornitori offrano ai propri clienti un servizio di ritiro gratuito delle cartucce che immettono sul mercato europeo;
  • tutte le cartucce di stampa vendute in Europa entro il 2020 includano il 50% di componenti rigenerati o riciclabili;
  • venga introdotta l’obbligatorietà di criteri ambientali da rispettare tra i requisiti degli appalti pubblici relativi all’acquisto di cartucce di stampa;
  • vengano promosse rigenerazione e riciclo dei prodotti tramite “user labelling”, in particolare sulle componenti riutilizzate o riciclate;
  • lo smaltimento delle cartucce per stampanti in discarica o nell’inceneritore senza recupero di energia venga reso illegale, offrendo ai fornitori incentivi per raccogliere e riutilizzare i loro prodotti.

A sostenerla la Zero Waste Europe, organizzazione di stampo internazionale i cui aderenti si prefiggono l’obiettivo di azzerare i rifiuti dando nuova vita agli scarti: “Zero Waste Europe supporta l’iniziativa di Lexmark per preservare energia e risorse contenute nelle cartucce laser attraverso il riutilizzo e il riciclo – commenta Joan Marc Simon, Director di ZWE -. Attualmente i regimi di responsabilità estesa del produttore coprono solo il 32,5% dei rifiuti solidi urbani2 e quindi c’è spazio per allargare il campo di applicazione e stabilire obiettivi concreti di riutilizzo e riciclo per questo flusso di rifiuti”.

Da tempo Lexmark si è attivata per evitare che circa 30.000 ton di cartucce esauste vengano inviate annualmente in discarica: ha prmosso il programma di riciclo Lexmark Cartridges Collection Program (LCCP); ha aderito alla piattaforma delle 100 aziende leader di mercato Ellen MacArthur Foundation’s “Circular Economy 100”; e ha messo sul mercato la linea Lexmark Corporate Cartridge realizzata con il 90% di componenti riciclate.

Print Friendly, PDF & Email