Italiani e risparmio: nel 29% dei casi dato dal cambio di fornitori di gas e elettricità

34

Gli italiani riescono sempre più a ridurre le loro spese. In particolare nell’ultimo anno sono 24 milioni i cittadini che sono riusciti a fare dei tagli sulle loro spese, ovvero quasi un italiano su due. In particolare ciascuno di loro sarebbe riuscito a ottenere un risparmio di 625 euro per le spese accessorie e obbligatorie. E’ la fotografia scattata da una ricerca realizzata dall’istituto mUp Research per Facile.it, il sito dedicato alla comparazione di prodotti finanziari. 

Dai dati emerge come i settori principali in cui si effettuano i maggiori risparmi sono quelli delle polizze auto e delle moto con il 38% degli intervistati, 9,1 milioni di italiani, che ha dichiarato di essere intervenuto sul costo dell’assicurazione. A seguire troviamo poi le spese telefoniche: in questo caso il 36% degli italiani (8,4 milioni di individui) ha ridotto le spese legate alla telefonia, percentuale a cui si aggiunge un altro 26% che è migrato verso un’altra compagnia per servizi di telefonia fissa e ADSL.  A contribuire a una gestione oculata delle spese anche il settore dell’energia elettrica e del gas che ha inciso nel 29% dei casi con il cambio di fornitore. Altro dato rilevante è quello relativo alla riduzione delle spese mediche che nel 2011 ammontava al 15 % mentre ora si attesta al 34%.  

Fra i settori colpiti da questa riduzione di budget che registrano un trend in salita rispetto al 2011 troviamo  spettacoli a pagamento (29% contro l’attuale 42%). A sorpresa i dati su libri giornali e musei registrano, invece, un trend inverso: nel 2011 i tagli si attestavano intorno al 19% mentre ora siamo scesi al 15%. Se infine si prendono in considerazione gli strumenti usati per risparmiare è il web a farla da padrone. Il 57% degli intervistati ha, infatti, dichiarato di utilizzare i comparatori e le offerte online, seguiti dai volantini nel 44% dei casi. 

 

«In occasione dei cinque anni di attività abbiamo calcolato che, dal 2011, il risparmio totale permesso agli utenti di Facile.it è stato pari a oltre 260 milioni di eurocommenta in una nota  Mauro Giacobbe, Amministratore Delegato di Facile.it. – Limitandoci alla sola Rc auto e al solo 2015,  confrontando i dati ANIA con i preventivi disponibili su Facile.it, il risparmio per ogni polizza auto è stato pari in media a 88 euro, con picchi superiori ai 2.000 euro».

Print Friendly, PDF & Email