In vetrina. Gala, oltre il 3% del mercato libero

33

galaNegli ultimi due anni un fatturato che è passato da 501 milioni di euro nel 2011 a 1.176 milioni (stima interna fine 2013), con elettricità consegnata ai clienti per 6,5 TWh, oltre il 3% del mercato libero. E nonostante l’andamento negativo dei mercati nazionali e internazionali, dipendenti triplicati superando le 100 unità, di cui 1 su 2 donna, con un tasso di laureati del 70%, tra i più alti in Europa e una età media di 37 anni.

  • Questi alcuni dei risultati del Gruppo Gala che, quest’anno, ha vinto 3 lotti, in gare indette da Consip, pari al 40% dei volumi richiesti, per un valore di fornitura di 380 milioni di euro, per le pubbliche amministrazioni del Lazio, Abruzzo, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. Tra le altre gare vinte negli ultimi mesi, quelle per la fornitura di gas naturale ad Intercent Emilia Romagna, società partecipata dalla Regione e centro regionale di acquisto, per la fornitura di energia elettrica per Siciliacque S.p.A., per I.A.S. Industria Acqua Siracusana, per le sedi della Banca d’Italia e per la  fornitura di duel fuel (luce e gas) per Altroconsumo per oltre 170.000 famiglie italiane.
  • L’ azienda, fondata nel 2001 dall’attuale presidente-a.d.Filippo Tortoriello e che ha inaugurato la nuova sede ad altissima efficienza energetica nella capitale, consolida l’impegno nazionale ma, sottolinea un comunicato, presenta una forte propensione all’internazionalizzazione.
  • “Nell’ultimo anno il 20% dei nuovi assunti proviene da paesi dove Gala è più attiva”, sottolinea il suo presidente, “ovvero Francia, Germania, Svizzera, Austria, Gran Bretagna, Slovenia, Grecia, Cina e Iraq. Il Gruppo opera nel settore ingegneristico con la controllata Gala Engineering che ha ottenuto molteplici riconoscimenti in Italia e all’estero. In Cina di recente è stato concluso un accordo con un’affermata holding immobiliare cinese per la pianificazione urbana di nuove aree di sviluppo metropolitano (oltre 40.000 mq) in materia di energia e ambiente, attraverso soluzioni architettoniche e tecnologiche all’avanguardia nel mondo”.
  • “Nei prossimi anni”, conclude Tortoriello, “continueremo a crescere nella vendita di energia elettrica e gas per la pubblica amministrazione e i clienti residenziali, nella ricerca e produzione da fonti rinnovabili e ad investire sui giovani”.
  • da Quotidiano Energia
Print Friendly, PDF & Email