Immatricolazioni auto, a giugno in Italia +12,9%

24
Print Friendly, PDF & Email

Si è attestato intorno a 1,5 milioni il numero delle immatricolazioni auto nell’Unione Europea nel solo mese di giugno. Un valore che segna una lieve crescita, parti al 2,1%, delineando un quadro del settore che si avvicina molto ai livelli pre crisi di giugno 2007. E’la fotografia scattata dai dati dell’Acea (European Automobile Manufacturers Association). 

I dati di giugno 2017 per singolo Paese 

A registrare la percentuale più alta di immatricolazioni è l’Italia con un +12,9%, seguita da Spagna (+6,5%), mentre la Germania registra un -3,5%. Se guardiamo al dato globale su base mensile  si osserva come il contributo dei nuovi Stati membri abbia dato un contributo significativo al raggiungimento del risultato (+12%). 

 

 

L’ottimo risultato del mercato italiano – spiega in una nota il Centro Studi Promotorè dovuto al fatto che, dopo un drammatico calo delle immatricolazioni (nel 2013 -48% sui livelli ante-crisi), nel 2014 la tendenza si è invertita e il mercato ha fatto poi registrare crescite del 16% sia nel 2015 che nel 2016. Nel 2017 la domanda si mantiene tonica sostenuta soprattutto dagli acquisiti delle aziende che possono ancora beneficiare dei superammortamenti per le auto ad uso strumentale utilizzate direttamente o date in noleggio a breve o lungo termine”. 

Il primo semestre del 2017

Se si considerano i dati complessivi del primo semestre 2017 emerge come le immatricolazioni auto siano cresciute del 4,7% con + di 8 mln di veicoli registrati. In particolare in Italia si registra un incremento dell’ 8,9%, in Spagna del 7,1%, in Germania del 3,1% e in Francia del 3%. 

Decisamente buono è anche il risultato della Spagna che vede una crescita del 6,5% in giugno e del 7,1% nel primo semestre – commenta in nota il Centro Studi Promotor – anche in Spagna, come in Italia, la domanda è sostenuta soprattutto dagli acquisti delle aziende sia per un uso diretto sia per dare vetture in noleggio a breve e lungo termine”.

 

 

 

 

Articoli correlati 

 

Acea: solo 1,7% dei veicoli commerciali leggeri usa combustibili alternativi

Immatricolazioni auto in ripresa: +7,8% a maggio in UE