Il progetto umbro di mobilità elettrica

16

Inaugurata da Enel la cinquantesima colonnina di ricarica presente in Umbria, che diviene così la regione italiana (con l’Emilia Romagna) dotata di un progetto di mobilità elettrica integrato e interoperabile su scala regionale.

Secondo l’assessore regionale all’Ambiente, Silvano Rometti: “Proseguiremo nell’impegno di favorire la mobilità elettrica su tutto il territorio, con l’estensione della rete di ricarica nelle città interessate a una nuova modalità di accesso e fruibilità dei centri urbani, sostenibile e a basso impatto ambientale. Con l’infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici inaugurata a Santa Maria degli Angeli si incrementa ulteriormente la rete diffusa su tutto il territorio regionale, che mette in collegamento le città dell’Umbria ad alta vocazione turistica, migliorando la qualità ambientale e urbana”.

Questo percorso per la mobilità sostenibile è stato avviato un anno grazie alla firma di un protocollo d’intesa tra Regione Umbria, Enel, Asm Terni e i Comuni coinvolti.

In conclusione, “oltre a dotarsi di una rete infrastrutturale che consente di percorrere l’intero territorio regionale – ricorda l’assessore Rometti – grazie a una distanza media di quaranta chilometri tra i punti di ricarica, compatibile con l’autonomia dei veicoli elettrici oggi in circolazione, la Regione Umbria ha voluto favorito la mobilità elettrica prevedendo anche quest’anno nelle disposizioni collegate alla manovra di bilancio per i veicoli a basso impatto ambientale immatricolati per la prima volta dal 6 aprile scorso (giorno di entrata in vigore della legge regionale) fino al 31 dicembre 2015, l’esenzione dalla tassa automobilistica regionale per il primo bollo e per le due annualità successive”.

Print Friendly, PDF & Email