Il Politecnico di Milano premiato per un progetto su reattori catalitici innovativi

53

Realizzare una nuova generazione di reattori catalitici per la produzione dei vettori energetici del futuro, come ad esempio carburanti sintetici puliti e l’idrogeno. E’ questo l’obiettivo del progetto INTENT (Structured Reactors with INTensified ENergy Transfer for Breakthrough Catalytic Technologies),  finanziato dall’Unione Europea, per cui Enrico Tronconi professore Ordinario di Ingegneria Chimica presso il Politecnico di Milano, ha ricevuto un ERC Advanced Grant 2015: 2.484.649 €.

L’idea alla base del progetto, che si caratterizza per un approccio multidisciplinare legato all’analisi di tutti i fenomeni chimico-fisici rilevanti sia mediante modellazione matematica sia mediante sperimentazione di laboratorio,  è quella di adottare dei catalizzatori supportati su strutture (come monoliti a nido d’ape, schiume o altre matrici cellulari) che siano termicamente conduttive ed intensifichino pertanto lo scambio di calore. Un passo in avanti rispetto alle soluzioni di reattori convenzionali sinora disponibili che redndono i relativi processi produttivi attualmente limitati da uno scambio termico inadeguato e passibili di configurazioni modulari e compatte.

Tanti i vantaggi legati al progetto tra cui la possibilità di eliminare il fenomeno del “flaring” del gas naturale in eccesso estratto insieme al petrolio, la cui combustione contribuisce significativamente alle emissioni mondiali di gas serra. Oltre a questo materie prime energetiche rinnovabili come le biomasse potrebbero diventare sempre più convenienti da un punto di vista economico. 

L’obiettivo finale del progetto è dimostrare,  a un livello di scala significativo, il potenziale dei nuovi reattori strutturati conduttivi per l’intensificazione di processi catalitici vitali per le attuali e future tecnologie energetiche. Andando più in dettaglio le attività di ricerca di INTENT saranno mirate a comprendere le proprietà fondamentali dei nuovi substrati strutturati conduttivi, a porre le basi per  nuovi concetti di progettazione, produzione, attivazione catalitica e funzionamento di tali sistemi e a  sviluppare a livello ingegneristico l’intero reattore. 

Print Friendly, PDF & Email