Idroelettrico, l’efficienza passa per le soluzioni integrate

26

Trasformatori e generatori di potenza, interruttori, motori, sistemi di protezione e di automazione, soluzioni per la bassa tensione.  Questi sono alcuni esempi delle tecnologie per l’’elettrificazione e l’automazione fornite da ABB alle centrali idroelettriche Kraftwerke Hinterrain (KHR) nel cantone dei Grigioni, un’utiility che può contare su una produzione annua di 1410 Gigawattora di elettricità riuscendo a  fornire il 40% della potenza richiesta dalle Ferrovie Retiche.  

L’impianto  è stato ristrutturato nel 2011 con un investimento pari a 280 milioni di franchi svizzeri per garantire l’efficienza della struttura per i decenni futuri. In particolare nella centrale di Sils, solo per fare un esempio, l’intero sistema in bassa tensione a corrente continua e alternata è stato sostituito, inclusi i convertitori.  Nella centrale elettrica di Barenburg sono stati, invece, adottati sistemi di interruttori e di distribuzione  in media tensione e trasformatori a secco.  Inoltre per quest’impianto ABB ha fornito un sistema di alimentazione di emergenza. 

ABB si è , infine, occupata del rinnovamento delle componenti della centrale di Ferrera di cui ha gestito l’ingengnerizzazione, l’installazione e la messa in servizio. 

In generale l’idroelettrico riveste un ruolo centrale nella produzione energetica della Svizzera arrivando a coprire il 56% del fabbisogno nazionale, un risultato legato in maniera rilevante al cantone di montagna dei Grigioni.  

 

Qui di seguito l’intervista a Stefan Hatt, Senior Vice President Hydro Power ABB 

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=DepFfkunnDo

 

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Monica Giambersio

Giornalista professionista e videomaker. Laurea specialistica in Filosofia, master in giornalismo multimediale. Collaboro con Gruppo Italia Energia dal 2013.