Green Day: il report sviluppo sostenibile

12

home - greenNel corso del Green Day di Leroy Merlin a Milano dello scorso 18 giugno, dal tema “fare per la comunità”, è stato presentato il Report sviluppo sostenibile 2013, in cui sono inclusi i progetti più significativi realizzati dal gruppo nel campo della sostenibilità ambientale, sociale, economica e culturale.

Queste le tappe più importanti dell’attività svolta: accordo volontario tra Leroy Merlin e ministero dell’Ambiente nel gennaio 2013 per l’attuazione e la promozione di una metodologia di calcolo delle emissioni di gas serra inerenti l’organizzazione, puntando a una riduzione molto alta; partnership con FSC Italia nella realizzazione di una campagna di sensibilizzazione rivolta ai consumatori italiani sulla scelta consapevole di prodotti in legno proveniente da gestione forestale responsabile; definizione di un progetto di mobilità sostenibile per diminuire le emissioni relative agli spostamenti, sia dei Collaboratori sia delle merci (car sharing e trasferimento deposito merci).

Installati, infine, i primi 5 sistemi di pannelli fotovoltaici che hanno prodotto 1.161.393 KWH, mentre la percentuale di negozi alimentati da energia idroelettrica ha raggiunto l’84%. Inoltre, l’utilizzo di insegne a led nel 53% dei punti vendita Leroy Merlin in Italia ha consentito di abbassare ulteriormente i consumi energetici.

Secondo Luca Pereno, coordinatore sviluppo sostenibile di Leroy Merlin, “Il nostro focus principale nel campo della sostenibilità nel 2013 è la comunità, perché crediamo sia importante fare nei territori di riferimento e dedicare il proprio impegno, non solo all’ambiente in senso stretto, ma anche, e soprattutto, alle persone che vivono questo ambiente. Infatti, è attraverso l’educazione e il confronto su temi sensibili, quali il rispetto del territorio e delle persone che lo popolano, che i nostri collaboratori, fornitori e clienti possono raggiungere una piena consapevolezza dell’importanza di queste tematiche e assumere di conseguenza comportamenti che migliorino la loro vita e quella delle generazioni a venire”.

Print Friendly, PDF & Email