Grafene “super”: la scoperta dell’ICFO

98

Il grafene impiega un ventesimo di milionesimo di milionesimo di secondo per convrtire la luce solare in energia. È quanto rivelato dall’Institute of Photonic Sciences (ICFO) di Barcellona nella ricerca pubblicata da Nature.

Gli scienziati hanno realizzato un prototipo di convertitore che permette di trasformare la luce in elettricità in meno di 50 femtosecondi sfruttando un processo innescato da impulsi laser. In questo modo hanno chiarito i dubbi relativi alle proprietà del grafene, già noto per la capacità di conversione ultra veloce dei fotoni in segnali elettrici. Difatti i ricercatori dell’ICFO hanno mostrato che è l’effetto foto-termoelettrico a consertire la trasformazione quasi istantanea: è il calore, in cui si trasforma direttamente l’energia, a essere convertito in maniera così rapida grazie ad una interfaccia a base di grafene.

Applicata nell’ambito della produzione energetica, la scoperta favorirà la riduzione dei costi e dell’impatto ambientale, consentendo di “migliorare una vasta gamma di applicazioni nel settore nergetico”, come affermato da Klaas-Jan Tielrooij, ricercatore dello studio.

Print Friendly, PDF & Email