Fotovoltaico, quando l’installazione conviene – parte 2

52

autoproduzionefotoNell’articolo Fotovoltaico, quando l’installazione conviene abbiamo presentato la composizione interna e le apparecchiature di un’abitazione in cui è stato installato un impianto fotovoltaico da 2,5 kW, delineandone gli utilizzatori e i consumi baseline. Passiamo ora, con l’EGE Roberto Gerbo, all’analisi deelle utenze successive all’installazione.

La produzione di energia da FV

6

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’impianto FV produce annualmente oltre 3300 kWh e, con il variare delle stagioni e il passare degli anni, risente dei diversi andamenti di irraggiamento, registrando la seguente distribuzione percentuale mensile e annuale nell’autoproduzione:7

A livello giornaliero si rileva una percentuale del 63-69% per l’autoproduzione, mentre la restante quota risulta distribuita in fascia F2 e F3 secondo la seguente suddivisione:

– F1 > 7,5 kWh/giorno in estate e 5,8 kWh/giorno nei restanti mesi;

– F2 > 1,7 kWh/giorno in estate e 1,3 kWh/giorno nei restanti mesi;

– F3 > 1,4 kWh/giorno in estate e 1,5 kWh/giorno nei restanti mesi.

Questa articolazione conferma l’esigenza di massimizzare i consumi in fascia F1, per utilizzare il più possibile l’autoproduzione, in quanto quelli nelle fasce F2 e F3 sono meno significativi (specie per famiglie in cui tutti i componenti lavorano durante i giorni lavorativi). Nei 4 mesi estivi si raggiunge il 45% dell’autoproduzione totale, pari a circa 390 kWh/mese con 260 kWh/mese – 1,1 kW medi orari – in F1. Questa può essere assorbita solo da impianti di climatizzazione estiva oppure, come nel caso in esame, determina immissioni in rete. Durante gli altri mesi (autoproduzione di 220 kWh/mese, circa 150 kWh/mese –  0,6 kW medi orari – in F1) è opportuno gestire gli utilizzi per massimizzare l’utilizzo contemporaneo sulla quota totale di consumi.

L’utilizzo diretto di energia da FV, l’immissione in rete e il prelievo residuo dalla rete

USO DIRETTO
L’andamento dello utilizzo diretto/immissione in rete è così sintetizzabile

89

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Andando ad analizzare più nel dettaglio i consumi nelle singole fasce, i grafici inerenti evidenziano le percentuali di utilizzo diretto di ogni mese in funzione dei livelli di autoproduzione mensile che subiscono variazioni particolarmente significative nei mesi non estivi – a causa della incidenza dell’inerente andamento climatico del mese.

101112

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nelle fasce F2 e F3, a causa della minore autoproduzione e in base al profilo delle utenze, la percentuale di consumo diretto è maggiore rispetto a quella in F1: gli interventi di efficienza energetica, in presenza di eccesso di auto produzione,  riducono la percentuale di uso diretto.

IMMISSIONE IN RETE
Nel complesso si registra una significativa immissione di energia in rete (dal 55% al 75% circa, con valori maggiori in estate).

13

PRELIEVI DA RETE
Di seguito è possibile osservare l’andamento dei prelievi da rete e, quindi, i relativi risparmi ottenuti. 15

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

16

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

14

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per le conclusioni, leggi anche Fotovoltaico, quando l’installazione conviene – parte 3

 

Print Friendly, PDF & Email