FER, per i materiali importante la qualità nel lungo periodo

22

Cercare di utilizzare materiali resistenti nel lungo periodo. E’ questo uno degli elementi chiave emersi dallo ‘Strategic Research & Innovation Position Paper’ il documento, dedicato al tema dei materiali nel settore delle rinnovabili, realizzato da DNV GL nell’ambito del suo ‘Programma di ricerca materiali’ . Secondo cquesto paper  fino ad ora in tema di FER  l’attenzione isarebbe stata catalizzata da questioni legate ai costi e all’efficienza delle tecnologie mentre aspetti legati all’affidabilità dei materiali e alle loro performance sul lungo periodo (20-30 anni)sarebbero stati relegati a un piano secondario. Un trend che si può cercare di invertire attraverso a un approccio incentrato su  strumenti di modellazione predittiva.

Compromessi tra disponibilità della tecnologia, costi e performance potrebbero essere realizzati, ma in tutti i casi l’affidabilità sul lungo termine è un requisito chiave per i materiali utilizzati nell’industria dell’energia” spiega in una nota Liu Cao ricercatore di DNV Reaserch & Innovation e autore principale della relazione. 

Tante sono le novità in tema di materiali per le tecnologie rinnovabili: si va dai semiconduttori  alternativi come la perovskite, a rinforzi ibridi per pale eoliche, passando per batterie chimiche innovative nei sistemi di stoccaggio dell’energia. Tutte soluzioni che, secondo il report,  oltre a offrire prestazioni migliori e meno costose dovrebbero anche essere in grado di rendere il loro funzionamento efficiente nel lungo periodo. 

 In questo contesto un elemento chiave è la valutazione della degradazione dei macchinari nel tempo, un approccio che richiede di compiere qualche passo in più rispetto a test di laboratorio e monitoraggio in tempo reale, strumenti preziosi che però non forniscono elementi per una previsione sulle performance nel lungo periodo. 

 Più utile, secondo il report, focalizzarsi sull’accoppiamento di modelli empirici per analizzare il processo di degrado, sfruttare gli innumerevoli  dati raccolti per adottare schemi valutativi diacronici e realizzare analisi statistiche in modo da integrare diverse informazioni relative alle performance dei macchinari e alla degradazione dei materiali. 

Print Friendly, PDF & Email