EnergyLab Nordhavn: nasce il laboratorio per lo sviluppo delle Smart City

105

La Danimarca, che per un certo tempo è stata riconosciuta come il paese leader per le basse emissioni di carbonio, l’integrazione fra energie rinnovabili e l’efficienza energetica, per rinnovare il suo impegno a costruire un “mondo più intelligente” e “green” realizzerà l’EnergyLab Nordhavn, un laboratorio che avrà lo scopo di testare le soluzioni energetiche per Smart City.

Questo avveniristico progetto sviluppato da EnergyLab, finanziato attraverso l’Energy Technology una controllata dell’Agenzia danese per l’energia e gudato dall’Università Tecnica della Danimarca (DTU), sorgerà a Nordhavn, un conglomerato urbano della capitale danese e, una volta realizzato il progetto, la zona si trasformerà in un quartiere completamente sostenibile.  

In particolare, EnergyLab Nordhavn sarà un laboratorio dove mettere alla prova e dimostrare l’integrazione di energia intelligente oltre a sviluppare strumenti per la pianificazione che rendano agevole la realizzazione del progetto in toto. Nel laboratorio si approfondiranno tematiche e progetti legati all’elettricità, si studierà: il modo per migliorare gli edifici già ad alta efficienza energetica, lo stoccaggio dell’energia, i mercati energetici flessibili, il riscaldamento, il trasporto elettrico e nuovi modelli di business e altre aree relative allo sviluppo delle Smart City. Inoltre, EnergyLab Nordhavn sarà un luogo dove reclutare nuovi talenti e aiutare le aziende che valuteranno di espandere le loro attività all’interno del paese.

“All’interno dell EnergyLab Nordhavn – ha commentato Anders Bjarklev, Presidente DTU citato nell’ariticolo “Copenhagen Capacity explanatory” – ricercatori, imprese e autorità lavoreranno insieme per fornire conoscenze up-to-date. Il progetto non solo contribuirà a garantire la conversione efficiente del sistema energetico, ma servirà anche come base per lo sviluppo del business, l’utilizzo di DTU, rendendo la Danimarca la capofila mondiale nel campo delle soluzioni energetiche intelligenti, di cui potranno beneficiare imprese, società e ambiente”.

Print Friendly, PDF & Email