Energia eolica, lo stoccaggio si fa con gli ultracondensatori

31

La realizzazione del primo sistema al mondo di stoccaggio dell’energia in un parco eolico, basato su ultracondensatori dell’ordine dei megawatt. E’ il progetto dimostrativo a cui sta lavorando Beijing Huadian Tianren Electric Power Control Technology Co., Ltd., una controllata di China Guodian Corporation che ha scelto di avvalersi degli ultracondensatori di Maxwell come componente centrale. 

 Tra le caratteristiche principali degli ultracondensatori c’è quella di scaricare e ricaricare la potenza in maniera più rapida rispetto rispetto alle batterie convenzionali a cui s aggiunge una maggiore performance alle basse temperature. 

  Il lungo ciclo di vita e le capacità di risposta veloce degli ultracondensatori possono livellare la fluttuazione della potenza d’uscita, permettendo di collegare al grid i parchi eolici a grande scala come una sorgente di generazione della poteza più affidabile“, afferma in una nota il direttore del progetto Beijing Huadian Tianren Electric Power Control Technology Co.

 Per la realizzazione del progetto dimostrativosono stati impiegati  1.152 moduli ultracondensatori Maxwell da 56 volt, 130 farad, che rappresentano il più grosso sistema a ultracondensatori nei parchi eolici di tutta la Cina. “Gli ultracondensatori Maxwell si adattano perfettamente a questo progetto dello stoccaggio di energia in un parco eolico e, con una crescente domanda, vediamo una grande opportunità di accordi con altri clienti cinesi per espandere lo stoccaggio dell’energia basato su ultracondensatori in altre applicazioni“, ha affermato il Dr. Franz Fink, presidente e amministratore delegato di Maxwell.

 

Print Friendly, PDF & Email