Efficienza, le serre diventano smart con le biomasse

28

La sostituzione di vecchi impianti di riscaldamento a gasolio con impianti a biomassa all’interno di serre florovivaistiche. È la soluzioneproposta da Enerqos, ESCo specializzata in servizi per l’efficienza energetica, che consente risparmi energetici dell’ordine del 60%. In particolare gli interventi di riqualificazione hanno coinvolto 12 strutture nel Centro – Nord dell’Italia con un investimento, solo nel 2015, pari a 3 milioni di euro

Si tratta di un settore altamente energivoro dove il contenimento dei costi di riscaldamento diventa decisivo per la vitalità di molte aziende che hanno evidentemente risentito della crisi degli ultimi anni  – spiega, in una nota il presidente di Enerqos, Giorgio PucciAbbiamo già investito 3 milioni di euro su progetti conclusi e altrettanti ne investiremo entro il 2016 andando a chiudere altri 12 progetti sia sul florovivaistico che sull’agricolo. La nostra ESCo sviluppa una proposta di intervento ad hoc e ne finanzia i costi al 100% a fronte di una condivisione del risparmio solitamente per un periodo di cinque anni, una formula che quindi non grava sul bilancio delle aziende e che supplisce al duro regime degli incentivi che via via si sono drammaticamente ridotti”.

Il nostro Paese, secondo il quadro tracciato dall’ISTAT, ospita 42 mila ettari di serre, di cui 37 mila nel settore florovivaistico. molte di queste strutture sono situate al nord e in particolare in Lombardia dove per ragioni legate, tra l’altro, al clima, il tema del riscaldamento e della sua gestione smart risulta centrale. 

Print Friendly, PDF & Email