eBadge, verso un’integrazione dei mercati elettrici

14

20090325 big tralicci

Si chiama “eBadge” il progetto paneuropeo triennale finanziato dal 7° programma quadro e dedicato alla creazione di un meccanismo paneuropeo di bilanciamento intelligente per i mercati dell’energia elettrica. Giunto al suo secondo anno di attività, eBadge ha recentemente pubblicato due nuovi rapporti.

Il primo è una relazione dei ricercatori dell’Austrian Institute of Technology  dal titolo “Analysis of changes, risk and possibilities for cross border market opening between Austria, Italy and Slovenia“: si tratta di un’analisi approfondita del quadro normativo che evidenzia i passaggi che restano da completare per sostenere la totale integrazione dei mercati. Il report si concentra su Italia, Slovenia e Austria che, secondo gli autori, presentano un certo grado di armonizzazione dei mercati ancor prima dell’effettiva integrazione. In generale, conclude lo studio, la sfida centrale riguarderà la capacità di perfezionare l’unione tra le diverse architetture nazionali e di superare la natura frammentaria di questi mercati.

Il secondo rapporto (“Market Architectures for Cross-Border Procurement and Activation of Balancing Reserves and Balancing Energy“), sempre austriaco, è stato redatto dai ricercatori del Politecnico di Vienna (Tuw) e si concentra sulle questione correlate alle architetture di mercato come gli appalti transfrontalieri e le capacità di un bilanciamento energetico internazionale. Anche in questo caso i riflettore è puntato sulla frammentazione dei mercati che rappresenta la sfida più grande: per superarla, i ricercatori propongono la selezione di un “Target Model” di riferimento al quale ispirarsi per rendere più omogenee le varie realtà nazionali.

Sul sito di eBadge sono pubblicati entrambi gli studi e gli approfondimenti relativi all’iniziativa.

Print Friendly, PDF & Email