Dal MIT di Boston il polimero che immagazzina energia e rilascia calore

18

Un polimero resistente, facile da produrre e poco costoso che consenta di immagazzinare energia nei materiali più disparati, dai vestiti al parabrezza dell’automobile. È l’ultima scoperta di un gruppo di ricercatori del MIT di Boston guidati dal Prof. Jeffrey Grossman. Il film polimerico trasparente, che si può apporre su diverse superfici, è composto da una molecola in grado di assumere idue configurazioni: quella di carica in presenza di energia solare (che può durare a lungo) e quella di riposo. In questo modo la macromolecola immagazzina energia solare nelle ore diurne e la rilascia sotto forma di calore.
Per cambiare la configurazione molecolare del film e migliorarne alcune proprietà, come la densità di energia, i ricercatori stanno lavorando sull’utilizzo degli azobenzeni. Inoltre, sono all’opera per migliorarne la trasparenza (il film si presenta con una sfumatura sul giallo) e per aumentare la temperatura circostante fino a 20°C (al momento circa la metà).

Print Friendly, PDF & Email