Crescono le imprese green in Italia, 9.000 solo in Lombardia

17
Print Friendly, PDF & Email

Cura e manutenzione del paesaggio, commercio al dettaglio di fiori e piante o di articoli sportivi, come biciclette. Sono sempre di più le imprese che si convertono al “green”: come riportato da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano al 2016, in Italia ammontano a 61.000 e hanno vissuto una crescita in termini numerici del +3% negli ultimi cinque anni e in termini occupazionali del +3,8%, pari a 135.000 addetti locali. Settori trainanti: la cura del paesaggio, +34%, e la coltivazione di fiori all’aria aperta, “In Lombardia la concentrazione di imprese green” La regione che si è mostrata più sensibile al risvolto sostenibile del comparto imprese è la Lombardia, in cui negli ultimi anni c’è stato un aumento del 9% negli ultimi cinque anni, per un totale di 9.000 imprese, con una crescita occupazione del 42%, pari a circa 30.000 addetti. Tra le città più ricche di imprese sostenibili sul podio ci sono Milano, medaglia d’oro, con oltre 2.000 società (+2,4% in un anno e +16,5% in cinque anni), seguita da Varese (1.256 imprese, +4% e +8,8%) e Brescia (1.254 imprese, +2% e +5,3%).

A livello settoriale, in Lombardia prevalgono la cura e la manutenzione del paesaggio – compresi parchi, giardini e aiuole – con 4.000 imprese su 21.000 in Italia; il commercio al dettaglio di fiori e piante con quasi 2.000 su 14.000; e il commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero con oltre 1.000 su 9.300. Che sono anche i settori con una crescita più promettente: l’aumento per lacura e la manutenzione del paesaggio è stato di + 6,1% tra il 2015 e il 2016 e di +34% tra il 2011 e il 2016; mentre la coltivazione di fiori in colture protette di, rispettivamente, +9,7% e +29%.

La situazione nelle altre province

Nel resto d’Italia svetta Roma con circa 4.000 imprese, Napoli con 3.021, Imperia con 2.289 e Torino con 2.132.