Connected car, entro il 2018 il valore di mercato globale toccherà i 40 mld di euro

17

Nel futuro dell’automotive ci sono veicoli dotati di soluzioni di connettività mobile che consentono di ricevere a bordo del veicolo informazioni su traffico e diagnostica; di abilitare l’interazione con le infrastrutture stradali per lo scambio di dati; e di dialogare con i dispositivi elettronici dei conducenti per avere a disposizione un sistema di infotainment centralizzato.

Ad affermarlo lo studio della società di consulenza AlixPartners che ha previsto una crescita del mercato globale del 66,7%, passando dai 24 mld di euro stimati nel 2015 ai 40 mld di euro previsti per il 2018.

Numeri positivi che toccano anche il mercato degli Advanced Driver Assistance System (ADAS) per l’assistenza alla guida sulle auto, che passerà dai circa 4 mld di euro nel 2015 a 7 mld di euro del 2018 con un +75%.

E nelle connected cars largo spazio all’integrazione delle tecnologie esistenti e già adottate per la sicurezza del passeggero: dai sensori di parcheggio automatico a quelli di spostamento controllato della corsia; dai sistemi di controllo della sterzata a quelli predittivi di frenata.

Come si legge nel rapporto, necessari al corretto sviluppo del settore saranno la necessità di maggiori investimenti da parte delle case automobilistiche e il progressivo lavoro di sviluppo dei nuovi veicoli. In aggiunta, l’impegno nell’aggiornamento continuo: l’evoluzione va anche nella direzione dell’autoriparazione e nella produzione di attrezzature sempre più avanzate.

 

Print Friendly, PDF & Email