Cambiamento climatico, Segolene Royal parla di un possibile impatto sulle migrazioni

24

Centinaia di milioni di persone potrebbero essere costrette a migrare entro la fine del secolo  per motivi legati al cambiamento climatico se non verranno messe in atto politiche volte a limitare questo fenomeno. E’ quanto affermato, come si legge sul Guardian, dal ministro dell’ambiente francese Segolene Royal all’assemblea delle nazioni dedicata all’ambiente che si è tenuta a Nairobi. “Le questioni legate al cambiamento climatico – ha spiegato il ministro – portano al conflitto,  quando analizziamo guerre e conflitti che hanno avuto luogo nel corso degli ultimi anni, vediamo alcuni sono legati in misura ai cambiamenti climatici, la siccità è legata alla crisi di sicurezza alimentare”.  

La difficoltà di avere accesso alle risorse alimentari – ha aggiunto Royal –  conduce alla massiccia migrazione , la migrazione sud-sud  (migrazione all’interno dei paesi in via di sviluppo). Il continente africano è particolarmente colpito da questa migrazione sud-sud”.

Se non si fa nulla per combattere l’impatto negativo dei cambiamenti climatici, avremo centinaia di milioni di migranti dovuti al cambiamento climatico entro la fine del secolo”, ha concluso il ministro dell’ambiente francese. 

 

Print Friendly, PDF & Email