Il cambiamento climatico sta causando ingenti danni ai ghiacciai e alla biodiversità della Colombia. A lanciare l’allarme è l’Istituto di idrologia, meteorologia e studi ambientali IDEAM che, come si legge su Science et Avenir, ha rilevato nel periodo 2010-2017 una riduzione del 18% della superficie dei ghiacciai, da 45 a 37 km2. Sul fronte biodiversità il rischio è che nei prossimi anni si possa arrivare a una riduzione di circa il 30%.

In due anni perso il 5,8% dei ghiacciai

Se si analizzano i dati relativi all’ultimo biennio emerge come circa il 5,8% della superficie dei ghiacciai della Colombia sia sparito. Le zone interessate dal fenomeno sono le due grandi catene montuose del Paese: la Sierra Nevada del Cocuy e la Sierra Nevada Santa Marta (nord-est). Risultano a rischio quattro vulcani: il Ruiz, Santa Isabel, Tolima e Huila. In particolare, come ha spiegato il Direttore di IDEAN Omar Franco, se le temperature continuassero ad aumentare secondo la velocità attuale Santa Isabel potrebbe addirittura sparire nel giro di dieci anni.

Il commento del ministro dell’Ambiente

“Le conseguenze del riscaldamento globale sono enormi per il paese”, ha sottolineato il Ministro dell’Ambiente della Colombia, Luis Gilberto Murillo, invitando a un maggiore impegno su scala globale per la riduzione delle emissioni di gas serra in atmosfera.

Print Friendly, PDF & Email