Bio-batterie: nuove conferme per lo zucchero

13

zuccheroDopo le ricerche condotte dall’Università di Tokyo, anche l’istituto statunitense Virginia Tech conferma la possibilità di realizzare batterie a base di zucchero per ricaricare i dispositivi elettronici.
L’accumulatore “dolce”, che possiede una densità energetica dieci volte maggiore rispetto ai prototipi tradizionali, si presenta come la soluzione al problema dell’approvvigionamento di energia per smartphone, tablet e apparecchi da taschino.

Il funzionamento risulta complesso: nella cella a combustibile ematica si viene a creare un processo di catalizzazione provocato dall’interazione tra un composto enzimatico e il carbonio contenuto nello zucchero. Il calore, l’acqua e l’energia elettrica prodotte risultano poi sufficienti per alimentare le batterie degli apparecchi.
Ecologica al 100% perchè realizzata con un elemento naturale, lo smaltimento di questa batteria sarà molto più semplice rispetto ai tradizionali dispositivi al litio.

Print Friendly, PDF & Email