Al via a Genova il primo progetto nazionale di raccolta dei rifiuti in area portuale

25

Ottenere la separazione e all’avvio a riciclo di oltre il 60% delle 4.000 tonnellate di rifiuti prodotti all’interno dell’area portuale di Genova. E’ questo l’ obiettivo del protocollo d’intesa che è stato  siglato oggi dall’Ammiraglio Giovanni Pettorino, Commissario dell’Autorità Portuale di Genova, dall’Amministratore Unico della società Ge.Am. Spa Marco Castagna e dal Direttore Generale di Conai Walter Facciotto. Il progetto costituisce il primo esempio di coinvolgiento di un’area portuale in un’operazione di raccolta differenziata di rifiuti a livello nazionale. 

 Il primo step dell’iniziativa prevede una campionatura dei rifiuti in modo da capire quale sia la loro gestione ottimale per recuperare i materiali in maniera efficace. Il piano di gestione è stato affidato a Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi) che affiancherò Ge. Am nella progettazione e nello sviiluppo del piano di gestione dei rifiuti per il settore imballaggio. Oltre a questo Conai darà un contributo per la realizzazione delle attrezzature necessarie e si occuperà di organizzare una campagna informativa e di sensibilizzazione. 

  Inoltre, il Consorzio Nazionale Imballaggi contribuirà all’acquisto delle attrezzature necessarie per il conferimento dei rifiuti differenziati dagli utenti portuali ed alla realizzazione di una campagna informativa e di sensibilizzazione necessaria a fornire informazioni per una corretta differenziazione dei rifiuti, indispensabile per garantire il successivo avvio a riciclo.

 Con questa nuova collaborazione, nata per garantire un servizio che sta diventando una priorità in tutto il Paese, il Porto di Genova conferma la sua attenzione a ogni forma di miglioramento della situazione lavorativa e ambientale del suo spazio di lavoro- afferma in una nota  l’Ammiraglio Giovanni Pettorino, Commissario dell’Autorità Portuale di Genova.–  Il Porto di Genova ha da tempo imboccato la strada dello sviluppo sostenibile, del rispetto massimo delle leggi in fatto di sicurezza e della cura del territorio portuale e cittadino. L’efficienza delle banchine dipende anche da questo tipo di interventi”.

“Dopo la recente firma del Protocollo di  Intesa con il Comune di Genova, la collaborazione siglata oggi rappresenta il completamento del nostro impegno straordinario nel capoluogo ligure – afferma in una nota Walter Facciotto, Direttore Generale  di Conai – L’avvio del primo progetto nazionale di raccolta differenziata all’interno di un’area portuale è una sfida importante e ci permette di costruire percorsi virtuosi per l’avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio anche al di fuori dei contesti urbani. Siamo certi che questo progetto potrà costituire un modello di riferimento anche per altre aree portuali italiane”. 

Print Friendly, PDF & Email