A+ A A-

Diminuiscono gli inquinanti atmosferici, ma c'è ancora molto da fare. Il rapporto Enea

Tags: inquinamento , ENEA

Migliora la qualità dell’aria in Italia ma siamo ancora lontani dal rispetto dei limiti previsti dalla direttiva NEC dell’UE sui tetti alle emissioni al 2030. In particolare per PM2,5, composti organici volatili non metanici e ammoniaca.

I dati del rapporto sugli effetti dell’inquinamento dell’aria curato dell’ENEA parlano chiaro: diminuiscono le emissioni dei cinque principali inquinanti identificati dall’Unione europea come i più dannosi per la salute e gli ecosistemi naturali, (biossido di zolfo -93%, monossido di carbonio -69%, ossidi di azoto -61%, composti organici volatili non metanici -57% e polveri sottili PM2,5 -31%).

Cause e rimedi all’inquinamento

A favorire il processo di pulizia dell’aria l’uso di nuove tecnologie, l’inserimento di limiti di emissione più stringenti nei settori energia e industria, carburanti e autovetture più ‘pulite’ come l’introduzione del gas naturale nella produzione elettrica e negli impianti di riscaldamento domestici.
L’agricoltura, in particolare la gestione dei reflui animali, ha registrato una piccola percentuale di riduzione degli inquinanti: a fronte di un comparto responsabile di oltre il 95% delle emissioni di ammoniaca, la contrazione è stata pari solo al 17%.
Il settore civile, invece, ha registrato un incremento del 46% delle emissioni di PM2,5 rispetto ai valori del 1990, principalmente per l’aumento dell’uso di biomassa in impianti di riscaldamento a bassa efficienza.

“In Italia resta ancora alto l’impatto negativo dell’inquinamento atmosferico sulla salute e gli ecosistemi”, sottolinea Gabriele Zanini, Responsabile della divisione ‘Modelli e tecnologie per la riduzione degli impatti antropici e dei rischi naturali’ dell’ENEA, nonostante le riduzioni delle concentrazioni osservate negli ultimi due decenni. "Oltre ad essere a rischio biodiversità e produttività agricola, sono in aumento tra la popolazione le malattie respiratorie e cardiovascolari - prosegue Zanini - Da solo il particolato fine causa circa 30 mila decessi ogni anno, come risulta da un recente studio a cui abbiamo partecipato. In termini di mesi di vita persi, l’inquinamento accorcia la vita di ciascun italiano di 10 mesi in media: 14 per chi vive al Nord, 6,6 al Centro e 5,7 al Sud e nelle Isole”.

Come migliorare la qualità dell’aria

Cosa fare quindi? Alcune soluzioni indicate dal rapporto sono: un uso più efficiente della legna da ardere nel settore residenziale, l’introduzione di una dieta a basso tenore di azoto negli allevamenti o ad un uso più efficiente dell’urea come fertilizzante. “Accanto alle misure tecnologiche, occorre promuoverne altre che interessino direttamente le abitudini e gli stili di vita dei cittadini”, evidenzia Zanini, “quali il ricorso a una dieta meno proteica o l’uso di mezzi di trasporto pubblici e meno inquinanti”.

In città le foreste urbane possono contribuire alla riduzione dell’inquinamento perché sono in grado di catturare gli inquinanti come polveri sottili e ozono”, sottolinea in una nota Alessandra De Marco, Ricercatrice del Laboratorio Inquinamento Atmosferico dell’ENEA e tra i coordinatori del rapporto. “Un nostro studio sulla città di Firenze, realizzato in collaborazione con CNR e Università di Firenze, ha dimostrato come gli alberi in città possano abbattere del 13% il PM10 e del 5% l’ozono. Molto problematica, invece, la conservazione dei beni culturali, dove sempre un studio mostra un rischio corrosione del 26% dei siti archeologici e del 17% di chiese e conventi storici”.

Abbiamo soluzioni che possono ridurre gli impatti - conclude Zanini - ma occorre integrare le politiche climatiche e quelle di qualità dell’aria, utilizzando misure e modelli e coordinando differenti settori scientifici e gruppi di ricerca”.

Rubriche

EOLO SpA porta la banda ultralarga a Varese

SMART CITY - Redazione, 30-03-2017

EOLO SpA porta la banda ultralarga a Varese

Le opportunità offerte dal 5G? Una tra tutte, “quello fisso può portare la banda ultralarga nelle zone più “difficili” del nostro Paese”. Così Luca Spada CEO di EOLO...

Motori più efficienti: così le auto aiutano l'ambiente

THINK TECH - Redazione, 29-03-2017

Motori più efficienti: così le auto aiutano l'ambiente

Il calo dei consumi di carburante sorpassa con decisione il calo dei livelli del traffico tra il 2007 e il 2015. Come? Grazie all’adozione da parte delle case...

Accordo GF Biochemicals/American Process per la realizzazione di una bioraffineria

THINK TECH - Redazione, 27-03-2017

Accordo GF Biochemicals/American Process per la realizzazione di una bioraffineria

Una bioraffineria, situata negli Stati Uniti, che si pone come obiettivo quello di arrivare a una produzione annua tra le 50 e le 200 tonnellate di prodotto...

Nuova luce per il Duomo di Carpi

THINK TECH - Redazione, 27-03-2017

Nuova luce per il Duomo di Carpi

La ricostruzione post sisma nel centro Italia procede con dei momenti altamente significativi per le popolazioni interessate. Tra questi c’è sicuramente la riapertura del Duomo di Carpi (cattedrale...

Tutto sull’Ecobonus 2017 in due siti web

EFFICIENZA - Redazione, 24-03-2017

 Tutto sull’Ecobonus 2017 in due siti web

Per la trasmissione dei dati relativi agli interventi di efficienza energetica ammessi alla detrazione fiscale del 65% e conclusi dopo il 31 dicembre 2016, ma anche per risolvere...

Efficienza, fil rouge dagli Stati Uniti al Giappone

EFFICIENZA - Redazione, 24-03-2017

Efficienza, fil rouge dagli Stati Uniti al Giappone

L’efficienza è, come sappiamo, un tema trasversale che attraversa le nostre vite, a volte, senza nemmeno accorgercene. C’è efficienza nella produzione di energia, quando si cerca...

Comfort e benessere i driver per la domotica in Italia, lo studio di HomeServe Italia

CONSUMER - Redazione, 24-03-2017

Comfort e benessere i driver per la domotica in Italia, lo studio di HomeServe Italia

Abitazioni come hub di connettività. Così il 93% dei consumatori vede il proprio futuro negli impianti domestici  domotici. Dati di mercato indicano come nel 2016 le soluzioni IoT...

Con #earthday2017 torna il #villaggioperlaterra

SMART CITY - Redazione, 23-03-2017

Con #earthday2017 torna il #villaggioperlaterra

La condivisione di conoscenze va di pari passo al divertimento al Villaggio della Terra, l’appuntamento della Capitale dedicato alla tutela del Pianeta e promosso in occasione di Earth...

Autoconsumo domestico: quanto si risparmia? Un caso pratico

CONSUMER - Roberto Gerbo, 23-03-2017

Autoconsumo domestico: quanto si risparmia? Un caso pratico

Cosa accade in una casa quando si inserisce una risorsa energetica fotovoltaica? E sopratutto quanto variano i consumi e i costi di questa abitazione. Roberto Gerbo, EGE ed...

“Domus Check”, Engie per l’uso razionale dell’energia

ARCHITETTURA_2.0 - Redazione, 20-03-2017

“Domus Check”, Engie per l’uso razionale dell’energia

“La liberalizzazione del mercato elettrico spinge verso una trasformazione del bene energia, da semplice kWh a bene complesso, che include diverse componenti di servizio, come quelle legate...

Consulta la versione precedente del sito di

Gruppo Italia Energia © 2013 | Via Valadier 39, Roma

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy