chiusura estiva 2017
A+ A A-

ENI AVVIA I CANTIERI PER IL COMPLETAMENTO DELLA BIO RAFFINERIA DI GELA

Tags: Eni , bioraffineria , Gela

Gela, 8 agosto 2017 – Con il rilascio dell’autorizzazione VIA/AIA da parte del Ministero dell’Ambiente della Tutela del Mare e del Territorio e dal Ministero Dei Beni Culturali, Eni avvia i lavori per il completamento della Raffineria Verde di Gela, che sarà ultimata entro giugno 2018.

La firma del Decreto è un elemento fondamentale per completare la trasformazione verde della raffineria e rappresenta un ulteriore passo avanti nella realizzazione delle attività previste nel Protocollo di fine 2014.

La prima fase del progetto di riconversione della raffineria di Gela, che comprendeva le attività di adeguamento degli impianti esistenti della raffineria, era stata avviata nell’aprile 2016. La costruzione del nuovo impianto di produzione idrogeno, “Steam Reforming”, per il quale sono state portate avanti tutte le attività preliminari, rappresenta la “svolta” per avviare la produzione entro il giugno 2018 e consentire entro il 2019, con il completamento anche del secondo nuovo impianto di pretrattamento delle biomasse, l’utilizzo delle materie prime di seconda generazione composte dagli scarti della produzione alimentare, che comunque sarà possibile lavorare in piccole percentuali anche nella prima fase.

Quella di Gela sarà una delle poche raffinerie del mondo ad elevata flessibilità operativa, in grado di trattare anche il 100 % di cariche advanced e unconventional. Le materie prime future deriveranno da scarti della produzione alimentare, quali olii usati (UCO - used cookingoil), grassi animali (tallow) e sottoprodotti legati alla lavorazione dell’olio di palma (PFAD - acidi grassi). Questa caratteristica farà di Gela un impianto a elevata sostenibilità ambientale proprio per l’utilizzo di cariche che diversamente andrebbero smaltite come rifiuti, con aggravio dei costi per la comunità e impatto sull’ambiente. Inoltre, la Raffineria Verde, in linea con l’ultima normativa EU, ridurrà del 60% le emissioni GHG.

Eni conferma che le attività a Gela dal punto di vista tecnico e operativo proseguono in linea con gli impegni assunti nel Protocollo e che dalla firma dell’Accordo a fine giugno 2017 sono stati investiti sul territorio complessivamente 535 milioni di euro.

Relativamente all’occupazione, nel 2016 sono stati impiegati in media 1.400 lavoratori dell’indotto, rispetto ai 1.200 previsti nel Protocollo, confermando l’incremento del 18% già registrato nel 2015. Anche nel primo semestre 2017 i dati evidenziano che il livello di occupazione dell’indotto ha superato in media le 1.450 risorse, rispetto alle 1.000 previste nel Protocollo, con un picco record di circa 1.600 persone a giugno scorso che comprende i lavoratori impegnati nella raffineria, sia per la riconversione sia per attività operative, in upstream e in attività di risanamento ambientale.

Dalla firma del Protocollo fino alla fine del 1° semestre 2017, saranno stati avviati 158 cantieri 91 dei quali completati.

Rubriche

Comuni in bolletta, rischio emergenza rifiuti estiva

REGIONI E PA - Redazione, 11-08-2017

Comuni in bolletta, rischio emergenza rifiuti estiva

I rifiuti vanno in vacanza e anzi sembrano seguirci. Si presenta anche quest’anno il tema dello smaltimento in aree che vivono la sovrappopolazione estiva.

Non mancano le...

Caldo record: come contrastarlo senza alzare la bolletta

CONSUMER - Redazione, 11-08-2017

Caldo record: come contrastarlo senza alzare la bolletta

Il caldo di questi ultimi giorni ha messo KO l’Italia, creando non pochi disagi alla vivibilità di città e spazi aperti e rendendo difficile anche la semplice vita...

Più competitività per l'agroalimentare a filiera corta con l'essiccatore solare

THINK TECH - Redazione, 11-08-2017

Più competitività per l'agroalimentare a filiera corta con l'essiccatore solare

Garantisce un’elevata sostenibilità ambientale, oltre che benefici per la filiera corta, e facilità di utilizzo. È l’essiccatore per prodotti agricoli realizzato con pannelli solari. Il dispositivo è stato...

D'estate a Milano il riciclo si impara giocando

SMART CITY - Redazione, 11-08-2017

D'estate a Milano il riciclo si impara giocando

Il riciclo può essere un gioco (divertente). A Milano il Municipio 4 con la collaborazione dell’onlus AmbienteAcqua promuove la rassegna eventi R-Estate che prevede una serie di laboratori...

Waid aderisce a Let's Do It! Mediterranean per un mare più pulito

CONSUMER - Redazione, 10-08-2017

Waid aderisce a Let's Do It! Mediterranean per un mare più pulito

Acquistare un paio di occhiali da sole per tenere pulite le coste del Mediterraneo. Il brand Waid ha deciso di supportare il progetto Let's Do It! Mediterranean, che...

Il peer to peer viaggia su due ruote

SMART CITY - Redazione, 10-08-2017

Il peer to peer viaggia su due ruote

Il bike sharing privato parla italiano. La start up SPINEBIKE, propone una vera evoluzione della mobilità sostenibile sul mercato italiano e spagnolo. L’innovazione è nel proporre  un...

Al via i lavori per il Sistema nazionale delle ciclovie turistiche

SMART CITY - Redazione, 09-08-2017

Al via i lavori per il Sistema nazionale delle ciclovie turistiche

Parte l’iter per la realizzazione di tre ciclovie turistiche – Garda, Magna Grecia e Sardegna – che si snoderanno per 2.370 km. Oggi il Ministro dei Trasporti, Graziano...

Sensoristica di movimento: a Roma risparmi del 30% sull'illuminazione pubblica

SMART CITY - Redazione, 09-08-2017

Sensoristica di movimento: a Roma risparmi del 30% sull'illuminazione pubblica

Continua la trasformazione smart di Roma. Dopo la firma del memorandum d'intesa tra Acea e Open Fiber per portare la banda ultra larga in alcune aree della Capitale...

Energie rinnovabili per produrre cibo: da oggi si può

THINK TECH - Redazione, 09-08-2017

Energie rinnovabili per produrre cibo: da oggi si può

Usare una fonte di energia rinnovabile per produrre cibo? Da oggi è possibile. Alcuni ricercatori finlandesi della  Lappeenranta University of Technology (LUT) e della...

Isole minori: produzione da FER sotto il 4%. Zanchini (Legambiente): “Serve una cabina di regia…

SMART CITY - Redazione, 08-08-2017

Isole minori: produzione da FER sotto il 4%. Zanchini (Legambiente): “Serve una cabina di regia nazionale”

L’energia consumata sulle isole minori è prodotta solo per il 4% da rinnovabili, mentre la media dell’Italia è del 35%. Le prestazioni delle isole sono deficitarie...

Consulta la versione precedente del sito di

Gruppo Italia Energia © 2013 | Via Valadier 39, Roma

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy