A+ A A-

Rinnovamento “in rosa” per AICA. Il nuovo Presidente è Emanuela Rosio

ROMA, 10 luglio 2017 - Rinnovamento “in rosa” per AICA – Associazione Internazionale di Comunicazione Ambientale, che lo scorso mercoledì 5 luglio a Roma ha eletto il nuovo Direttivo. Nel ruolo di presidente è stata scelta Emanuela Rosio, direttore di E.R.I.C.A. Soc. Coop., socio storico che partecipa attivamente a diversi progetti di comunicazione promossi da AICA. La affiancheranno, come consiglieri, Elisabetta Perrotta (direttore di FISE Assoambiente) e Roccandrea Iascone (responsabile comunicazione di Ricrea, Consorzio per il riciclo dell’acciaio), in rappresentanza delle tante realtà che aderiscono all’Associazione. Il Direttivo resterà in carica per il triennio 2017-2020.

L’Assemblea plenaria dei soci ha quindi plaudito il Direttivo uscente -composto da Roberto Cavallo (presidente), Flavio Gotta e Marco Cassinera- per il lavoro svolto nel corso degli ultimi anni: dal coordinamento europeo dell’European Clean Up Day e della campagna “Let’s Clean Up Europe” al coordinamento nazionale della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, senza dimenticare iniziative ad alto impatto mediatico quali #KeepCleanAndRun – Pulisci e Corri, da cui è anche nato il recente film “Immondezza” di Mimmo Calopresti, senza dimenticare le svariate iniziative editoriali.

“Come mai alcune campagne di comunicazione funzionano più di altre? Come mai alcune comunità non accettano impianti? Come mai alcune categorie di persone si coalizzano contro la chiusura di un centro storico? Come mai l’acqua del rubinetto è sempre peggiore di quella commerciale? Come mai le nostre strade sono costellate di rifiuti abbandonati, ma quando andiamo in vacanza in luoghi puliti ne serbiamo un bel ricordo e lo raccontiamo insieme ai monumenti visitati o alle persone incontrate? In questi 14 anni abbiamo provato a indagare alcune vie per cercare risposte a queste e ad altre domande. Non abbiamo trovato risposte univoche, ma abbiamo aperto una strada di consapevolezza -ha commentato Cavallo, alla guida di AICA fin dalla sua fondazione, nel 2003- Pensiamo che utilizzare le scienze sociali, la psicologia, analizzare i comportamenti non debba essere esclusiva di grandi marchi commerciali che inducono all’acquisto del proprio prodotto, ma deve essere strumento di chi i servizi li eroga senza che l’utente lo abbia scelto, come accade per la raccolta rifiuti, l’acqua pubblica, il transitare per il sentiero di un parco o per una via di un centro storico. Perché tutto ciò che ci circonda è ambiente. E con l’ambiente dobbiamo imparare a comunicare”.

Il presidente uscente ha ringraziato i soci e tutti coloro i quali hanno accompagnato AICA in questi primi anni di cammino, ricordando come la fondazione dell’Associazione avvenne su invito di Stegius Varvaroussis, funzionario della Commissione Europea: “Non si può non comunicare. In questo assioma sono riunite tutte le contraddizioni del mondo della comunicazione: iniziare con un “non”, quando tutti i manuali ci dicono che non si inizia con una negazione; continuare con una doppia negazione e finire con la constatazione che nessuno insegna comunicazione nelle scuole dell’obbligo e tanto meno nella vita quotidiana. Eppure “non si può non comunicare”: per questo, 14 anni fa, decidemmo di dar vita ad AICA”.

“Ringrazio molto Roberto, il direttivo uscente e i soci per la fiducia che hanno accordato a questo rinnovamento di AICA – ha detto Emanuela Rosio-. Vorrei dire a tutti che AICA si occuperà ancora di comunicazione, di dialogo, di innovazione e di promozione delle buone pratiche in campo ambientale, promuovendo la partecipazione dei soci e la discussione su questi temi. Le nostre porte sono aperte a tutti coloro che vogliono confrontarsi sulla comunicazione ambientale, proporre e trovare nuove soluzioni per cambiare davvero i nostri comportamenti in una direzione più sostenibile. Vi aspettiamo”.

Rubriche

A Milano nel 2018 il primo asilo ecosostenibile

ARCHITETTURA_2.0 - Redazione, 21-07-2017

A Milano nel 2018 il primo asilo ecosostenibile

Baby life sarà il primo asilo nido pubblico ed ecosostenibile di Milano. Il progetto è dello studio P’arc Nouveau, con il contributo delle aziende Euroambiente e Peverelli, vincitore...

Bosco verticale: la nuova meta del turismo sostenibile

ARCHITETTURA_2.0 - Redazione, 21-07-2017

Bosco verticale: la nuova meta del turismo sostenibile

I boschi verticali delle città industrializzate diventano le mete predilette dai turisti attenti all’ambiente. Sono i polmoni verdi della città, edifici ricoperti di arbusti e piante abitualmente collocati...

Una bici aspira smog

THINK TECH - Redazione, 20-07-2017

Una bici aspira smog

Una bicicletta in grado di assorbire l’aria inquinata e reimmetterla pulita in atmosfera nella zona circostante a quella in cui si muove il ciclista. E’ l’innovativo...

Logistica più sostenibile (anche) grazie all'eco-camionista

SMART CITY - Redazione, 19-07-2017

Logistica più sostenibile (anche) grazie all'eco-camionista

Quali caratteristiche distinguono l'eco-camionista? Una guida sicura e tranquilla e il rispetto delle distanze di sicurezza e dei limiti di velocità, in modo da evitare brusche frenate o...

Digitalizzazione e consumo "smart": il comparto degli elettrodomestici si muove verso l'economia circolare

CONSUMER - Ivonne Carpinelli, 19-07-2017

Digitalizzazione e consumo "smart": il comparto degli elettrodomestici si muove verso l'economia circolare

Una rinnovata primavera A viverla oggi il comparto dei produttori di piccoli e grandi elettrodomestici, tra i protagonisti del manifatturiero italiano. “Ceced Italia riunisce 103 aziende, circa il...

Gli europei vorrebbero case green... e anche la possibilità di investirci

CONSUMER - Redazione, 18-07-2017

Gli europei vorrebbero case green... e anche la possibilità di investirci

Cosa fareste se avesse modo di investire risorse economiche nella vostra abitazione? Il 37% degli italiani vorrebbe investire in soluzioni energetiche più sostenibili ed efficienti nelle proprie...

Una tazzina da caffè biodegradabile e commestibile: ecco l’invenzione di una start up che vuole…

CONSUMER - Redazione, 18-07-2017

Una tazzina da caffè biodegradabile e commestibile: ecco l’invenzione di una start up che vuole cambiare il mondo

Croccante, buonissima e 100% ecologica: la tazzina di wafer che salverà il pianeta

Cupffee è una tazzina da caffè rivoluzionaria, inventata da una giovane start...

T-Pod, il camion elettrico a guida autonoma

THINK TECH - Redazione, 18-07-2017

T-Pod, il camion elettrico a guida autonoma

Si chiama T-Pod ed è il camion 100% elettrico e a guida autonoma della start-up svedese Einride che ha realizzato già il primo prototipo del veicolo. L’azienda, come...

Bioedilizia, se la casa e lo stadio sono in legno

ARCHITETTURA_2.0 - Redazione, 17-07-2017

Bioedilizia, se la casa e lo stadio sono in legno

Le case di legno costituiscono un comparto ad alto potenziale nella lotta agli effetti del cambiamento climatico. Un trend che si inserisce in un quadro globale di...

Raccolta rifiuti, da AIM Ambiente 36 nuovi mezzi ecologici

SMART CITY - Redazione, 17-07-2017

Raccolta rifiuti, da AIM Ambiente 36 nuovi mezzi ecologici

36 nuovi mezzi per la raccolta dei rifiuti e la pulizia delle strade di cui 10 autocarri 100% elettrici Goupil con batterie di ultima...

Consulta la versione precedente del sito di

Gruppo Italia Energia © 2013 | Via Valadier 39, Roma

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy