A+ A A-

Global Solar Fund finanzia due progetti di ricerca dell’Università di Tor Vergata

08 marzo 2017 - GSF sostiene la ricerca per l’ottimizzazione delle prestazioni di pannelli solari utilizzati come rivestimento per edifici e manufatti (“coating”) e lo studio di dispositivi per migliorare le prestazioni dei pannelli tramite inverter centralizzati.  

Il Responsabile Ricerca e Sviluppo di Global Solar Fund, Pierluigi Gramaglia: “Grazie alla ricerca portiamo le rinnovabili nel futuro”.  Il futuro delle rinnovabili passa anche dalla capacità di queste fonti di saper rispondere alle esigenze industriali, commerciali ed ambientali. Ne è convinta Global Solar Fund, tra gli operatori leader in Italia per produzione elettrica da fonte solare fotovoltaica, che ha appena avviato, con due importanti centri legati all’Università di Tor Vergata, un progetto di finanziamento destinato alla ricerca nel settore delle tecnologie per il fotovoltaico.  Sono due i principali ambiti di ricerca sui quali sarà valorizzato l’investimento di GSF, che con una forte presenza in Puglia, e in particolare nella provincia di Brindisi, contribuisce con ben 223 GWh annui alla produzione nazionale di energia elettrica italiana con un risparmio di CO2 pari a ca 112.000 tonnellate.  

Il primo studio sarà sviluppato dal CHOSE - Centre for Hybrid and Organic Solar Energy e si focalizzerà sull’individuazione delle soluzioni più promettenti sul piano delle metodologie di “coating” per l’ottimizzazione dello scambio termico tra pannello fotovoltaico e ambiente esterno, con particolare riferimento al retro del pannello. La ricerca punterà a rendere maggiormente performanti i pannelli fotovoltaici realizzati in tecnologia di Silicio cristallino e concepiti per il rivestimento esterno degli edifici. Il CHOSE, nato nel 2006 grazie al contributo di 6 milioni di euro provenienti dalla Regione Lazio, focalizza la propria azione sulle 2 / 3   opportunità di industrializzazione di pannelli fotovoltaici di terza generazione, sia di tipologia non flessibile, pensati in particolare per applicazione nell’ambito architettonico, che flessibile, versatili ed adatti ad applicazione nell’industria tessile, nell’edilizia e l’elettronica di consumo.  

Il Centro per l’Elettronica di potenza e gli Azionamenti elettrici (C-PED) si occuperà invece dello studio di dispositivi per il contrasto del fenomeno chiamato PID (Potential Induced Degradation), ovvero la progressiva perdita di potenza, e conseguentemente di energia prodotta, tipica di molti impianti fotovoltaici. Un fenomeno che si sta registrando con sempre maggiore frequenza in questi anni e che può abbassare di molto (si stima fino al 70% in meno) la resa di alcuni pannelli.  L’obiettivo del C-PED sarà quello di individuare le best practices applicabili ai moduli in silicio monocristallino e policristallino capaci di arginare tale fenomeno. Per quanto riguarda gli inverter, saranno studiate alcune applicazioni commerciali già disponibili sul mercato, valutandole fra l’altro, anche in relazione alla tipologia di impianti già gestiti in Puglia da Global Solar Fund. Il C-PED, istituito nel 2016 presso l’Università di Roma Tor Vergata e l’Università di Roma Tre, si sta via via affermando quale centro di eccellenza per attività di ricerca, in ambito nazionale e internazionale, nell’ambito dell'elettronica di potenza e degli azionamenti elettrici.  

“Siamo entusiasti all’idea di sostenere questi progetti che possono contribuire realisticamente ad accompagnare il fotovoltaico verso applicazioni innovative e integrabili a manufatti e processi industriali” commenta Pierluigi Gramaglia, Responsabile Ricerca e Sviluppo di Global Solar Fund. “Lo sviluppo tecnologico nelle fonti rinnovabili fa passi da gigante ed è fondamentale sostenerlo per mantenere in piena performance impianti di produzione di energia elettrica altrimenti destinati all’inoperatività”, prosegue Gramaglia, che aggiunge “A tali considerazioni di natura tecnica, si somma la soddisfazione di Global Solar Fund di aver contribuito al sostegno, per tutto il 2017, di due progetti capaci di coinvolgere un nutrito e talentuoso team di ricercatori italiani, alcuni dei quali rientrati in Italia dopo un periodo di studio e ricerca all’estero e di poter realizzare questi progetti sui nostri impianti nella provincia di Brindisi”.

Rubriche

EOLO SpA porta la banda ultralarga a Varese

SMART CITY - Redazione, 30-03-2017

EOLO SpA porta la banda ultralarga a Varese

Le opportunità offerte dal 5G? Una tra tutte, “quello fisso può portare la banda ultralarga nelle zone più “difficili” del nostro Paese”. Così Luca Spada CEO di EOLO...

Motori più efficienti: così le auto aiutano l'ambiente

THINK TECH - Redazione, 29-03-2017

Motori più efficienti: così le auto aiutano l'ambiente

Il calo dei consumi di carburante sorpassa con decisione il calo dei livelli del traffico tra il 2007 e il 2015. Come? Grazie all’adozione da parte delle case...

Accordo GF Biochemicals/American Process per la realizzazione di una bioraffineria

THINK TECH - Redazione, 27-03-2017

Accordo GF Biochemicals/American Process per la realizzazione di una bioraffineria

Una bioraffineria, situata negli Stati Uniti, che si pone come obiettivo quello di arrivare a una produzione annua tra le 50 e le 200 tonnellate di prodotto...

Nuova luce per il Duomo di Carpi

THINK TECH - Redazione, 27-03-2017

Nuova luce per il Duomo di Carpi

La ricostruzione post sisma nel centro Italia procede con dei momenti altamente significativi per le popolazioni interessate. Tra questi c’è sicuramente la riapertura del Duomo di Carpi (cattedrale...

Tutto sull’Ecobonus 2017 in due siti web

EFFICIENZA - Redazione, 24-03-2017

 Tutto sull’Ecobonus 2017 in due siti web

Per la trasmissione dei dati relativi agli interventi di efficienza energetica ammessi alla detrazione fiscale del 65% e conclusi dopo il 31 dicembre 2016, ma anche per risolvere...

Efficienza, fil rouge dagli Stati Uniti al Giappone

EFFICIENZA - Redazione, 24-03-2017

Efficienza, fil rouge dagli Stati Uniti al Giappone

L’efficienza è, come sappiamo, un tema trasversale che attraversa le nostre vite, a volte, senza nemmeno accorgercene. C’è efficienza nella produzione di energia, quando si cerca...

Comfort e benessere i driver per la domotica in Italia, lo studio di HomeServe Italia

CONSUMER - Redazione, 24-03-2017

Comfort e benessere i driver per la domotica in Italia, lo studio di HomeServe Italia

Abitazioni come hub di connettività. Così il 93% dei consumatori vede il proprio futuro negli impianti domestici  domotici. Dati di mercato indicano come nel 2016 le soluzioni IoT...

Con #earthday2017 torna il #villaggioperlaterra

SMART CITY - Redazione, 23-03-2017

Con #earthday2017 torna il #villaggioperlaterra

La condivisione di conoscenze va di pari passo al divertimento al Villaggio della Terra, l’appuntamento della Capitale dedicato alla tutela del Pianeta e promosso in occasione di Earth...

Autoconsumo domestico: quanto si risparmia? Un caso pratico

CONSUMER - Roberto Gerbo, 23-03-2017

Autoconsumo domestico: quanto si risparmia? Un caso pratico

Cosa accade in una casa quando si inserisce una risorsa energetica fotovoltaica? E sopratutto quanto variano i consumi e i costi di questa abitazione. Roberto Gerbo, EGE ed...

“Domus Check”, Engie per l’uso razionale dell’energia

ARCHITETTURA_2.0 - Redazione, 20-03-2017

“Domus Check”, Engie per l’uso razionale dell’energia

“La liberalizzazione del mercato elettrico spinge verso una trasformazione del bene energia, da semplice kWh a bene complesso, che include diverse componenti di servizio, come quelle legate...

Consulta la versione precedente del sito di

Gruppo Italia Energia © 2013 | Via Valadier 39, Roma

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy