chiusura estiva 2017
A+ A A-

IL PROGETTO EFRA RAGGIUNGE IL 60% DI COMPLETAMENTO

Tags: EFRA

Gdansk, 3 marzo 2017 – L'esecuzione del Progetto EFRA, che prevede la realizzazione di una serie di unità nella raffineria di Grupa Lotos, il secondo gruppo petrolifero polacco, ha raggiunto il 60%, superando di gran lunga le previsioni iniziali. Le operazioni di sollevamento dei carichi pesanti (c.d. heavy lifting) sono state, infatti, appena concluse, con la collocazione del più grande e più pesante reattore e delle colonne sulle fondamenta.

KT-Kinetics Technology sta realizzando quattro unità di raffineria: Delayed Coking (DCU), l’Hydrogen Production, Naphta Hydrothreater e la Hydrowax Vacuum Distillation, chiavi in mano. Il valore totale complessivo del progetto è pari a circa €350 milioni, e il completamento è previsto per Marzo 2018.

KT ha siglato una serie di partnership con fornitori strategici polacchi di servizi di ingegneria, attrezzature e materiali, così come con i subappaltatori locali, al fine di garantire la migliore ottimizzazione per l'esecuzione del progetto.

Il DCU è l’ultimo anello della catena di raffinazione e tratta il cosiddetto “Fondo del Barile”, avendo come prodotto finale distillati leggeri e Pet Coke. Questa unità rappresenta il cuore del progetto, sia come valore economico che come complessità tecnica e di realizzazione. Il lavoro di KT permetterà alla raffineria di migliorare l’efficienza produttiva, ma anche di limitare gli impatti ambientali. KT ha adottato una tecnologia all’avanguardia per il Coke Handling System che è l’ultima sezione dell’unità DCU. Il Pet Coke è trattato su un circuito chiuso per la disidratazione.

Con più di quarant’anni di attività, KT può avvalersi di una lunga esperienza in campo impiantistico. Il team KT è composto da un mix di risorse di consolidata esperienza e di giovani entusiasti e motivati, integrato con ingegneri polacchi che forniscono un contributo prezioso e strategico. Si prevede che le ore di costruzione per completare il progetto saranno circa 2.600.000, fornite quasi totalmente da imprese e lavoratori polacchi. Ad oggi il 45% del progetto è stato portato avanti da società polacche, evidenziando le notevoli capacità e expertise della nazione nell’Oil & Gas.

Queste sinergie, su cui fanno leva sia KT sia numerosi player polacchi, rappresentano il fattore chiave per il buon esito del progetto, così come per la valorizzazione della catena del valore Oil & Gas in Polonia nel lungo periodo.

Pierroberto Folgiero, Amministratore Delegato di KT-Kinetics Technology e del Gruppo Maire Tecnimont, ha commentato: “Siamo felici di poter supportare Grupa Lotos nel miglioramento dell’efficienza, della qualità della produzione e dell’impronta ambientale della raffineria di Gdansk. Questo progetto rappresenta per noi un eccellente referenza nel settore della raffinazione in termini di contenuti tecnologici e di sinergie tra le capacità italiane e polacche. Puntiamo a consolidare queste partnership strategiche e rafforzare la nostra esperienza in un mercato downstream molto promettente come la Polonia”.

Rubriche

Comuni in bolletta, rischio emergenza rifiuti estiva

REGIONI E PA - Redazione, 11-08-2017

Comuni in bolletta, rischio emergenza rifiuti estiva

I rifiuti vanno in vacanza e anzi sembrano seguirci. Si presenta anche quest’anno il tema dello smaltimento in aree che vivono la sovrappopolazione estiva.

Non mancano le...

Caldo record: come contrastarlo senza alzare la bolletta

CONSUMER - Redazione, 11-08-2017

Caldo record: come contrastarlo senza alzare la bolletta

Il caldo di questi ultimi giorni ha messo KO l’Italia, creando non pochi disagi alla vivibilità di città e spazi aperti e rendendo difficile anche la semplice vita...

Più competitività per l'agroalimentare a filiera corta con l'essiccatore solare

THINK TECH - Redazione, 11-08-2017

Più competitività per l'agroalimentare a filiera corta con l'essiccatore solare

Garantisce un’elevata sostenibilità ambientale, oltre che benefici per la filiera corta, e facilità di utilizzo. È l’essiccatore per prodotti agricoli realizzato con pannelli solari. Il dispositivo è stato...

D'estate a Milano il riciclo si impara giocando

SMART CITY - Redazione, 11-08-2017

D'estate a Milano il riciclo si impara giocando

Il riciclo può essere un gioco (divertente). A Milano il Municipio 4 con la collaborazione dell’onlus AmbienteAcqua promuove la rassegna eventi R-Estate che prevede una serie di laboratori...

Waid aderisce a Let's Do It! Mediterranean per un mare più pulito

CONSUMER - Redazione, 10-08-2017

Waid aderisce a Let's Do It! Mediterranean per un mare più pulito

Acquistare un paio di occhiali da sole per tenere pulite le coste del Mediterraneo. Il brand Waid ha deciso di supportare il progetto Let's Do It! Mediterranean, che...

Il peer to peer viaggia su due ruote

SMART CITY - Redazione, 10-08-2017

Il peer to peer viaggia su due ruote

Il bike sharing privato parla italiano. La start up SPINEBIKE, propone una vera evoluzione della mobilità sostenibile sul mercato italiano e spagnolo. L’innovazione è nel proporre  un...

Al via i lavori per il Sistema nazionale delle ciclovie turistiche

SMART CITY - Redazione, 09-08-2017

Al via i lavori per il Sistema nazionale delle ciclovie turistiche

Parte l’iter per la realizzazione di tre ciclovie turistiche – Garda, Magna Grecia e Sardegna – che si snoderanno per 2.370 km. Oggi il Ministro dei Trasporti, Graziano...

Sensoristica di movimento: a Roma risparmi del 30% sull'illuminazione pubblica

SMART CITY - Redazione, 09-08-2017

Sensoristica di movimento: a Roma risparmi del 30% sull'illuminazione pubblica

Continua la trasformazione smart di Roma. Dopo la firma del memorandum d'intesa tra Acea e Open Fiber per portare la banda ultra larga in alcune aree della Capitale...

Energie rinnovabili per produrre cibo: da oggi si può

THINK TECH - Redazione, 09-08-2017

Energie rinnovabili per produrre cibo: da oggi si può

Usare una fonte di energia rinnovabile per produrre cibo? Da oggi è possibile. Alcuni ricercatori finlandesi della  Lappeenranta University of Technology (LUT) e della...

Isole minori: produzione da FER sotto il 4%. Zanchini (Legambiente): “Serve una cabina di regia…

SMART CITY - Redazione, 08-08-2017

Isole minori: produzione da FER sotto il 4%. Zanchini (Legambiente): “Serve una cabina di regia nazionale”

L’energia consumata sulle isole minori è prodotta solo per il 4% da rinnovabili, mentre la media dell’Italia è del 35%. Le prestazioni delle isole sono deficitarie...

Consulta la versione precedente del sito di

Gruppo Italia Energia © 2013 | Via Valadier 39, Roma

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy